Jean-Pierre Papin prima della sfida con il Napoli: le sue parole

0 cuori rossoneri

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, Jean-Pierre Papin parla del Milan e della corsa Scudetto.
L’ex bomber Milan e Marsiglia elogia il lavoro di Pioli, soffermandosi soprattutto su Giroud.

Papin indica Giroud come l’ attaccante determinante:
“Lo dice la sua storia, non segna va a folate elettrizzanti, decide un derby e magari una sfida con il Napoli”

Non solo Giroud, l’anima francese del Milan passa anche da Maignan, Théo e Kalulu:
“Su Maignan non ho mai avuto dubbi, sapevo che avrebbe fatto grandi cose. Théo mi ha impressionato in nazionale e sentendo Maldini gli ha pronosticato un futuro tra i primi tre al mondo! Kalulu però è quello che più mi ha stupito, non mi aspettavo una crescita così rapida su questi livelli”.

 

Leggi QUI il dato che preoccupa i tifosi

 

Il pallone d’oro francese si è anche espresso sul mercato rossonero a forte impronta transalpina:
Sanches lo adoro, uno da box to box con una tecnica eccellente e fisicità importante. Botman è come Kjaer, un po’ lento ma di grande fisicità ed è molto bravo a leggere l’azione. Adli sta vivendo una stagione particolare con il Bordeaux. Sono infondo alla classifica e spero ne esca rafforzato. Può giocare alla Pirlo, ma deve disciplinarsi e imparare a difendere… a Bordeaux ha molta libertà“.

Come si batte il Napoli?
“Con il possesso e la rapidità di gioco. Così il Barcellona li ha superati. Non sarà facile!”

Infine Papin ritorna sul suo passaggio in rossonero, ammettendo:
“Mi voleva anche il Napoli, vennero a Marsiglia per prendermi, ma su di me c’era anche il Milan. Io volevo giocare con Marco Van Basten… Sapete com’è andata, no?”

 

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live