ESCLUSIVA – Zapelloni: “Scudetto? Sfida a due con l’Inter. Contro il Napoli miglior partita della nuova era”

0 cuori rossoneri

Nel corso del nostro Talk pomeridiano, è intervenuto ai nostri microfoni il noto ed esperto giornalista Umberto Zapelloni.

Il suo pensiero sulla gara di ieri: “Sfida scudetto per davvero? Il Milan ha allontanato il Napoli dalla zona scudetto anche più dei 3 punti che ha preso. Credo che la vittoria di ieri abbia incrinato un po’ di certezze alla squadra di Spalletti, che chiedeva l”immortalità’. Un successo e lo scudetto avrebbero reso immortale l’impresa, ma invece il Napoli è stato schiacciato più di quanto dica il punteggio. Dopo i primi 20′ il Milan ha preso in mano la partita e non l’ha più mollata. Una dimostrazione di maturità impressionante. E’ stata una delle migliori partite di questa nuova era rossonera, giocata in un ambiente ostile come il Maradona. Ha annullato gli avversari e ha dimostrato di essere un Milan diverso da quello a cui eravamo abituati. Ora la sfida sarà ripetersi con le piccole”.

Il Milan ha fatto il Milan? “Contro le prime della classe da un paio d’anni è sempre questo. Ha dimostrato di esserci sempre, purtroppo ogni tanto con le piccole si perde o non riesce a concretizzare i vantaggi. Era capitato già l’anno scorso, quando poi ha agguantato il secondo posto all’ultima giornata. A 10 dalla fine se la può giocare, se avrà questa concentrazione nelle partite contro squadre meno blasonate”.

Leggi QUI “Serie A, cambia lo sponsor tecnico”

Sui migliori in campo: “Bennacer sicuramente, ha impacchettato insieme ai compagni di reparto il Napoli. Ci metterei anche Leao, che con un paio di sgambate iniziali ha fatto capire al Napoli che da quella parte stava rischiando tantissimo. Quando lui e Messias sono andati a recuperare palloni in difesa ho capito che il Milan c’era con la testa. I due centrali difensivi poi hanno giocato in coppia da vera squadra, avendo la superiorità numerica contro un gran giocatore come Osimhen. E’ difficile trovare chi non ha giocato bene”.

Su Giroud: “Si sta rivelando determinante in questa stagione. C’è stato un periodo in cui sembrava un acquisto sbagliato, e invece sta facendo gol pesantissimi. Un grande rapinatore d’area, con la testa e di grande ambizione. Sa come si vince e lo sta dimostrando, nonostante età ed acciacchi. Si sta rivelando prezioso e ancora una volta bisogna fare i complimenti a Maldini e Massara”.

Poi, sulla lotta scudetto: “La Juve credo che fortunatamente si sia svegliata troppo tardi, vedo impossibile un recupero. Io vedo davvero un duello con l’Inter, che si è ripresa ed ha una partita non difficile da recuperare contro il Bologna. Il grande pericolo per il Milan sono i nerazzurri. Vedremo cosa faranno domani sera, ma potrebbero fare una partita dalla quale tornano con più fiducia. Il Napoli potrebbe avere una ripercussione mentale dopo il flop di ieri sera”. 

Infine, sulle parole di Inzaghi, che ha risposto a Pioli in merito al recupero: “Quell’asterisco lì da un po’ fastidio. La partita da due mesi non si è ancora recuperata e non esiste. L’errore è della Lega che si doveva accorgere di quello che poteva succedere, con i ricorsi. Se l’Inter dovesse andare avanti in Europa è difficile trovare un giorno”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live