ESCLUSIVA – Pellegatti: “Non smettiamo di ringraziare Elliott per cinque motivi”

0 cuori rossoneri

Nuovo appuntamento con Filo RossoneroCarlo Pellegatti, anche oggi, ha risposto a tre domande dei tifosi del Milan. Tra closing, campo e Rebic.

GUARDA QUI L’INTERA PUNTATA DI FILO ROSSONERO

Cosa ti aspetti da questa nuova proprietà, dopo il closing ufficializzato oggi?

“Non riesco a immaginare cosa mi aspetto. Il mondo americano dello sport è un mondo totalmente lontano a me e non so quali siano i confini e gli orizzonti dove possa arrivare al Milan. Sono mondi assolutamente fuori dalla nostra portata. Sono comunque molto ottimista, ma non dovremo mai smettere di ringraziare il fondo Elliott. Ci ha sistemato i conti, ci ha riportati in Champions League, ci ha portato giocatori giovani e interessanti, ha fatto ritornare Zlatan Ibrahimovic, ha vinto lo Scudetto… Inoltre, ha passato il testimone ad un manager come Gerry Cardinale, specialista nello sport e nell’entertainment, nella costruzione degli stadi… I risultati riflettono sempre la vita del club: quando il club è forte, e lo abbiamo visto con Berlusconi, Rizzoli e Carraro, arrivano sempre risultati. Credo proprio che gli orizzonti che aspettano il Milan siano “Orizzonti di gloria”, come il film”.

Passando al campo: dopo due vittorie e due pareggi, quale reparto ti preoccupa di più?

“Devo essere coerente. Abbiamo sempre detto che il fuoriclasse è il gioco. Quando parliamo di gioco non parliamo di reparti. La difesa nelle ultime due partite non ha preso gol, dopo averne presi 3 nelle prime due. Il centrocampo molto bene. Abbiamo aspettato un anno Tonali, adesso si arriccia il naso per Pobega? Là davanti sembrava il reparto dove si poteva estrarre a sorte uno qualsiasi. Quindi, ieri un po’ tutto non è andato bene, in generale sul piano del gioco e del pressing. Mi interessa che il gioco torni perché è sempre stata la nostra password verso le vittorie. Non c’è un reparto che mi preoccupi in particolare”.

I tifosi sono preoccupati per Ante Rebic…

“Speriamo che ritorni in condizione. e soprattutto che abbia 3 o 4 mesi a disposizione per giocare con continuità. Per noi Rebic è importante, è il terzo attaccante centrale e il secondo di fascia. Avrebbe giocato lui titolare contro il Sassuolo. Non escludo che possa giocare il derby”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live