Carlo Pellegatti

ESCLUSIVA – Pellegatti: “Nel 2023 dobbiamo ritrovare le prestazioni”

0 cuori rossoneri

Anche oggi, come sempre dal lunedì al giovedì alle ore 19 sul nostro canale Youtube, è andato in onda Filo Rossonero, ultima puntata di questo 2022. Nel quotidiano appuntamento in esclusiva con Carlo Pellegatti, i temi trattati sono stati diversi: dalla situazione di classifica al mercato, dai rinnovi ai propositi per il 2023.

LEGGI QUI ANCHE – NUOVO STADIO, SI VA VERSO UN’AUMENTO DELLA CAPIENZA –

SULL’ANNATA E SUI PROPOSITI DEL PRIMO ANNO: “Nel 2023 dobbiamo tornare ai livelli di prestazione del 2022. Il Milan ha vinto lo scudetto grazie al gioco espresso e in questa stagione non stiamo sempre riuscendo a imitarlo. Serve continuità. Dobbimao ricordare però che il Milan ha giocato senza il protiere più forte della scorsa stagione e senza la fascia destra. Poi se vai a vedere, tutto sommato, se avessimo fatto invece che 1 dai 4 ai 6 punti contro Torino e Cremonese la situazione sarebbe stata trionfale. Dobbiamo ritrovare la prestazione. E in Italia serve anche l’aiuto del Napoli, che deve smettere di vincere sempre”.

SULLA RIMONTA: “Dover rincorrere è una cosa un po’ nuova per il Milan di Pioli, salvo che nei primi mesi. In questo momento bisogna avere la forza di dimenticare la classifica e cercare di vincere ogni partita. Uno stimolo potrebbe essere, invece di inseguire il Napoli, allontanare quelle dietro. Dobbiamo staccarci per il secondo posto. Andiamo a conquistare un faciel secondo posto, poi vediamo che succede”.

COME FARE AD ALZARE IL LIVELLO? “Pioli ne ha parlato. Ha anche detto che il mercato di gennaio sarà quello del ritorno degli infortunati. Con la rosa completa si alza automaticamente il livello. Alzare l’asticella rispetto alle 11 ultima partite dello scorso anno, in cui hai vinto sempre subendo 2 gol, non è tanto facile. Io voglio che il mercato di giugno scorso inizi ad aiutarci”.

SU DE KETELAERE: “Pensiamo tutti a lui, ma da attaccante vedremo. Io continuo a pensare che un saltino sul mercato per l’attaccante vada fatto. Il Milan non sembra volerlo fare. I nostri attaccanti sono tutti bravi, ma hanno un punto interrogativo legato a varie situazioni. Mi piacerebbe vedere De Ketelaere sulla fascia destra, ma adesso non ne voglio più parlare”.

SULLE PAROLE DI TONALI: “Tonali ha avuto la fortuna di partire subito al massimo fin dalla prima partita nella sua seconda stagione”.

SU BENNACER E LEAO: “Prima della fine dell’anno no. La situazione Bennacer sembra migliore in questo momento rispetto ai casi Kessié, Calhanoglu o Donnarumma. Mi sembra che ci sia una volontà. Non so come finirà poi a livello economico, ma perdere un giocatore come Bennacer per 300 o 400 mila euro sarebbe un peccato. Fossimo fuori dal range del 4,5 sarebbe una cosa, ma così mi dispiacerebbe davvero. Per Leao mi sembra che ci sia voglia di proseguire. Lì però ci sono altri problemi, una montagna da scalare. Ma noi abbiamo l’attrezzature giusta”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Carlo Pellegatti
Photocredits: Radio Rossonera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live

EnglishGermanItalianSpanish