Paolo Bertolucci

ESCLUSIVA – Bertolucci: “Gli attributi devi averli e devi dimostrarli”

0 cuori rossoneri

Paolo Bertolucci, ospite al Talk di Radio Rossonera, ci ha detto sulla finale dell’AO, sul mercato del Milan e il derby di sabato.

Sulla finale dell’Australian Open

“È una di quelle imprese che travalicano lo sport, nel senso che appartengono a tutti coloro che amano lo sport indipendente dalla disciplina. Nadal è un campione senza passaporto, è amato in tutto il mondo, non ha una casacca ma l’amore degli sportivi ovunque essi vadano. Il ragazzo merita tutto questo tifo, al di là delle qualità incredibili di un giocatore che 2 mesi fa era a 35 anni sulle stampelle e non sapeva se sarebbe potuto tornare sui campi. Ritorna dopo due mesi e mezzo e vince lo slam in quella maniera, rimontando con gente giovane sia nei quarti sia in finale, è qualcosa di incredibile. Piace perché ha rispetto per l’avversario, rispetto per il pubblico, ha rispetto per tutti quanti, è praticamente il ragazzo della porta accanto. Io ho la fortuna di conoscerlo, di conoscere bene la sua famiglia, sono come la famiglia del Mulino Bianco (ride n.d.r.)”.

Sul mercato del Milan

“Io credo che la depressione che ha il tifoso rossonero non abbia eguali sul pianeta. Sono due anni che la squadra è prima o seconda in classifica e già siamo al funerale perché non abbiamo comprato nessuno e di conseguenza per loro non si entra in Champions. Secondo me la società è stata sempre molto chiara, Maldini una volta che apre bocca dice sempre le stesse cose e molto chiare: si fa un passo alla volta, se c’è l’opportunità non è un problema tirar fuori i soldi. Buttare soldi fuori dalla finestra però per giocatori su cui la dirigenza non è convinta, è sbagliatissimo. Nomi come Simakan o Kabak, senza i quali sembrava non si potesse giocare a calcio, si sono rivelate delle mezze cartucce, mentre quelli presi dal Milan sono sempre stati buoni giocatori. 

La società sa benissimo che servirebbe qualcuno dietro, qualcuno in mezzo al campo perché andrà via Kessiè e qualche innesto davanti. Loro hanno quindi già gettato le reti per la prossima estate. Tre anni fa abbiamo spesso tanto a gennaio per Piatte e Paquetà, risultato finale? Certo che se fosse venuto Vlahovic sarebbe stato meglio, su questo non ci piove, ma bisogna essere realisti e rimanere con i piedi per terra, fiduciosi. La squadra in questi due anni non ci ha mai tradito”.

– Leggi QUI le ultime su Castillejo –

Sul Derby

“Io non so cosa può accadere fino a sabato, tra covid e infortuni solitamente ce ne mancano quattro. Io mi preoccupo molto del bollettino giornaliero di Milanello. Non so perché dalle altre parti questo non succede, deve essere l’aria di Milanello che non funziona e dalle altre parti probabilmente hanno più fortuna o sono più bravi. 

Si va in campo e si parte da 0-0 indipendentemente dai giocatori. Speriamo di avere la miglior formazione possibile da schierare e che almeno non si perda rimanendo a contatto con il Napoli e in zona Champions. Andiamo avanti perché i campionati poi si decidono in primavera alla fin fine”.

Sul “Rafa Nadal” del derby per il Milan

“Non ne ho idea, nel calcio puoi non beccarla mai e alla prima occasione la metti dentro. Con un Djokovic o un Nadal sarei bello tranquillo, con uno di quei due lì in mezzo al campo non si perderebbe”.

Sulla forza mentale del Milan

“Io credo che la forza mentale o ce l’hai o non ce l’hai. È vero che in campo un compagno, con un solo sguardo, ti può indicare diverse cose, ma gli attributi o ce l’hai o non ce l’hai. Non possono venirti perché parli 5 minuti con Ibra o se l’allenatore parla più forte di un altro. Devi averli e devi dimostrarli. 

DI personalità puoi averne anche meno, ma ,in uno sport di squadra, se tu dentro hai due o tre con una personalità di spessore, a quel punto anche te puoi fare la tua figura, ma senza attributi nessuno può darteli”. 

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live