Courtois denuncia le bugie alla stampa: “Se scopriamo chi le ha fatte uscire…”

0 cuori rossoneri

Un Thibaut Courtois molto duro in conferenza stampa. Il motivo? Le continue voci sui giocatori belgi e i loro rapporti all’interno dello spogliatoio, descritti come tesi specie dopo le prime due gare non convincenti della nazionale.

Il portiere del Real Madrid è stato molto fermo, in tre lingue (inglese, olandese e francese), durante la sua apparizione di fronte ai giornalisti in Qatar. Quella apparsa sulle colonne de L’Equipe è una bugia, pura e semplice. Lo spiega Courtois: “Non ci sono problemi nella squadra, è solo un tentativo esterno di creare problemi interni. Certo, dopo una sconfitta nessuno è contento, ma ci avvicina ancora di più perché sappiamo che dovremo dare tutto sul prato giovedì (contro la Croazia, ndr)”.

LEGGI QUI ANCHE – “ISMA, CHE FAI? NIENTE CONCLUSIONI AFFRETTATE, FACCIAMO CHIAREZZA” 

Se prima non nega che ci sia stata tensione e rabbia, poi scarta l’idea di una frattura all’interno del gruppo: “Sono stato il primo furioso dopo la partita, avete visto le immagini… (ride, ndr). Ma la preoccupazione nostra è che ci siano troppe bugie in giro per il gruppo: sulla stampa, sui social o altro. Sono cose che il mondo dà per scontato. Come gruppo, non possiamo lasciare che questo negativismo ci influenzi. Anche se certe cose devono essere dette”.

Poi, gli viene chiesto un parere su quanto affermato da De Bruyne, in merito alla veneranda età media della rosa: “Al Real Madrid Benzema ha vinto il Pallone d’oro a 34 anni, Modric è ancora titolare a 37. Chiedilo anche a Messi e Ronaldo… L’età c’è ma non significa tutto. Devi solo giocare in modo diverso come squadra. Non credo che siamo troppo vecchi. C’è più esperienza. Avevamo una squadra abbastanza vecchia con il Real Madrid e abbiamo vinto la Champions League“. 

A questo punto, resta da capire chi avrebbe potuto inventarsi queste storie di alterchi e tensioni dietro le quinte e raccontarle alla stampa. Ne parla Courtois: “Ci siamo detti delle cose, e a volte ci si sente bene. Non credo ci sia sfuggito, ma una cosa è parlarsi a tavola o individualmente o parlare in gruppo, per risolvere tutto insieme. Ciò che viene detto dalla stampa non è sempre la verità. Chi ha fatto trapelare questo? Non abbiamo bisogno di saperlo. Se e quando verrà fuori, quello sarà il suo ultimo giorno in nazionale“.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live

EnglishGermanItalianSpanish