Carlo Pellegatti

ESCLUSIVA-Pellegatti: “Speriamo di cancellare il pari di Cremona”

0 cuori rossoneri

Carlo Pellegatti come ogni venerdì è stato ospite negli studi di Radio Rossonera nel programma Pelle Rossonera e rispondendo alle domande degli ascoltatori è tornato sul pareggio del Milan a Cremona, ha parlato delle esclusioni eccellenti dai Mondiali per due giocatori del Milan, ha presentato la sfida contro la Fiorentina tra presente e passato, infine ha commentato la scelta fatta dai vertici societari per il ruolo di nuovo Amministratore Delegato in seguito al mancato rinnovo di Ivan Gazidis.

Secondo Carlo Pellegatti  Milan-Fiorentina ha un significato importante: “è la partita che deve dirci se la differenza con la scorsa stagione in campionato è solo il pareggio di Cremona o se è qualcosa in più”. Tornando sugli strascichi che può lasciare il pareggio a Cremona, così Pellegatti ai nostri microfoni: “speriamo di cancellarlo, ma anche se è molto difficile cancellarlo perché sono 2 punti fondamentali non solo per la classifica, sul piano che il Napoli che vede il Milan lì e non molla mai, sul piano di Inter, Juventus,  Lazio e Roma che vedono questo Milan non molla mai”.

 

Guarda Qui La puntata completa di Pelle Rossonera

Pellegatti interpellato sul vuoto lasciato dalla partenza di Frank Kessié si è espresso così: “Il Milan non ha sostituito le caratteristiche di Çalhanoğlu che pur non avendo le caratteristiche simili Kessié imitava nelle incursioni davanti e nell’aiutare il centrocampo”. Successivamente il giornalista si è lanciato in un pensiero sul numero 10 ideale per i rossoneri: “sarebbe Milinkovic-Savic, perché De Ketelaere hanno pensato di adattarlo, ma come se prendi Rui Costa e lo adatti”.

Nel corso di Pelle Rossonera è stato trattato anche il tema dell’esclusione di alcuni giocatori del Milan dalle convocazioni delle rispettive nazionali: “(Su Maignan) lo capisco, ma non è stato solo l’infortunio, c’è stata anche la ricaduta e un altro giocatore provato per l’esclusione è Tomori“. Invece convocato dal C.T. del Belgio Charles De Ketelaere: “Sono molto curioso di vederlo quando entrerà in campo per capire che De Ketelaere è. Speriamo che non si incupisca quando torna a sentire l’aria di Milanello”.

 

Leggi Qui ESCLUSIVA – Pellegatti: “Felice per De Ketelaere al mondiale. Ecco la formazione contro la Fiorentina…”

Da casa gli ascoltatori hanno chiesto a Carlo Pellegatti il Milan-Fiorentina che ricorda di più:  “Il primo gol di Filippo Inzaghi a San Siro. La sconfitta per 2-0 debutto del Milan di Sacchi a San Siro contro la Fiorentina di Baggio con il pubblico che si alza e riserva una standing ovation, il 3-1 dello Scudetto 1995-96 con il gol di Weah e il gol di Baggio che alza la bandierina dopo il gol di Rui Costa nella Fiorentina o un 4-0 della stagione 1988-89 credo e un Milan-Fiorentina che abbiamo vinto 1-0 del gennaio 1986. Della partita dello scorso anno il mio flash va sulla parata di Maignan su Cabral”.

Infine, un commento di Pellegatti alla fresca nomina di Giorgio Furlani come nuovo AD del Milan: “è il primo AD milanese di nascita e milanista. Grande appassionato di calcio e ho letto che ha visto la finale di Atene in un deserto del Cile insieme a un brasiliano e un cileno nell’unica televisione che c’era. Ha contatti con l’Uefa ed entrerà nel mondo della Lega Calcio italiana ed abituato agli uffici soft della City londinese non è proprio la stessa cosa. L’importante è che continui la coesione con la parte tecnica. Red Bird e Gerry Cardinale, che è lontano ancora fisicamente dal Milan, lo hanno messo perché avevano bisogno di una persona fidata che continuasse questa politica che ha portato a vincere lo scudetto”.

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Carlo Pellegatti
Photocredits: Radio Rossonera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live