Capello: “Salisburgo avversario scomodo e sottovalutato! Ma Leao…”

0 cuori rossoneri

Intervistato dall’edizione odierna de Il Messaggero, don Fabio Capello ha parlato degli avversari delle italiane in questo primo turno di Champions League: la corazzata PSG per la Juventus, il giovane Red Bull Salisburgo per il Milan, i campionissimi del Bayern Monaco per l’Inter e il Liverpool di Jurgen Klopp per il Napoli.

Pronti, via e subito Psg-Juventus.
«Il Psg è un avversario difficilissimo da anni, ma stavolta mi sembra che abbia davvero qualcosa in più: Leo Messi. La scorsa stagione è stata di transizione. Abbiamo visto un Messi spesso amorfo. Ora è cuore e anima di questa squadra. Mbappé è una forza della natura e non a caso è il calciatore che in contropiede segna il doppio degli altri: quando parte non lo fermi. Ho visto con attenzione le prime gare del Psg e mi pare che Galtier sia riuscito a dare un’identità al gruppo. La Juve dovrà giocare una partita di estrema attenzione per ridurre al minimo il margine degli errori: con quei tre davanti non puoi sbagliare. La lunga assenza di Pogba e l’indisponibilità di Di Maria sono un problema in più».

Il Milan gioca a Salisburgo, la città di Mozart.
«Occhio: avversario scomodo. Squadra piena di giovani, calcio a cento all’ora. L’errore più grande del Milan sarebbe quello di affrontare il Salisburgo con supponenza dopo il successo nel derby. In Champions difficilmente trovi avversari comodi, soprattutto all’inizio, quando l’entusiasmo dà una carica in più».

Il Milan è ai piedi di Leao.
«Talento fantastico, con il futuro nelle mani: dipende da lui decidere se diventare un calciatore che scrive la storia, oppure restare a metà strada. Ai giovani come lui consiglio di metabolizzare il cinquanta per cento dell’ossessione che ha portato Cristiano Ronaldo a essere con Messi il numero uno al mondo».

LEGGI QUI ANCHE   -PIOLI: “LISTA CHAMPIONS? VI SPIEGO LA MIA DECISIONE SUI NUOVI ARRIVATI”-

Sarà la prima Champions dopo due decenni senza Ronaldo.
«Ci mancherà e mancherà alla Champions».

L’Inter ospita il Bayern.
«Nel derby è andata a ondate: momenti di buon gioco e cali improvvisi. Contro il Bayern non può concedersi pause e dovrà fare i conti con una squadra diversa. Non ha più Lewandowski, attaccante da cinquanta gol a stagione, ma ha puntato su gente rapida come Musiala, Mané, Sané e Conan. Il Bayern attuale è aggressivo, ma concede spazi: l’Inter dovrà approfittare di queste situazioni».

Il Napoli ritrova il Liverpool: Klopp al Maradona vede le streghe.
«Il Liverpool vive il suo momento migliore. In difesa concede sempre qualcosa. Quando aggredisce fa male, ma dietro non è impeccabile. Il Napoli ha i giocatori per far male. Penso a Kvaratskelia: un colpo di mercato magnifico. Complimenti ai dirigenti del Napoli. Ho il timore che il georgiano e Leao, in un futuro più o meno prossimo, lasceranno l’Italia».

Il Real campione in carica si rimette in marcia a Glasgow, in casa del Celtic, gasato dal 4-0 sui Rangers nel derby.
«Il Real è una corazzata dove il ricambio generazionale è stato gestito in modo perfetto. Non c’è più Casemiro, ma è arrivato Tchouaméni, mentre Camavinga è alla seconda stagione in Spagna».

Il Manchester City di Haaland comincia a Siviglia.
«Il Manchester City ha trovato in Haaland quello che mancava per vincere la Champions. Ora o mai più. È il mio favorito».

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live