Buffon: “Quando prese Maignan dissi a Maldini che…”

0 cuori rossoneri

Intervenuto durante il Festival dello Sport organizzato dalla Gazzetta, Gigi Buffon ha parlato di cosa lo spinge ad andare avanti nonostante l’età e di… Mike Maignan.

Sulla sua carriera
“Io ho continuato a giocare per tante ragioni, mi sento ancora forte e competitivo e chi si sente così non deve smettere, non voglio andare al centro commerciale. Ma c’è un’altra ragione: io sto vivendo la mia età dell’oro”. La platea del Festival di Trento è rapita dalle parole del portierone azzurro. Che significa età dell’oro? “Significa che posso far tutto. Se smetto sono felice, ma posso continuare per quanto voglio, mi sono appropriato di una dimensione mia, non c’è l’ambizione di vincere, sono un uomo felice vedendo il tifoso che mi vuole in porta e mi chiede la Serie A, è qualcosa di gratificante. Ma per dirvene una a me di non aver vinto la Champions non me ne importa niente. Sono stato felice di aver combattuto, per vincerla, so quanto sia importante per i tifosi, la società, i compagni. Ma io non ho bisogno di vincere una o 8 Champions per sapere quanto valgo, la verità è che mi sono appropriato della libertà”.

LEGGI QUI ANCHE   -LE PRIME PAGINE DI OGGI (23/09)-

Su Mike Maignan
“Quando tornai da Parigi alla Juve mi chiesero dei portieri. Dissi di Maignan del Lille, che però nessuno considerava. Mi chiedevo il perché. Quando il Milan lo prese mandai un messaggio a Maldini, dicendo che in pochi credevano in lui ma che avevano preso un grande portiere. Ed infatti è andata così”.

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live