Baresi: “De Ketelaere è un talento, ma serve pazienza! E su Kalulu…”

0 cuori rossoneri

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’eterno capitano rossonero Franco Baresi ha parlato del derby di domani, del nuovo Milan di Cardinale e della campagna acquisti di Maldini e Massara.

Il club sta iniziando un nuovo capitolo e si apre ulteriormente al mondo: che effetto le fa?
«L’augurio è che ci sia continuità. Ci saranno tutte le opportunità per continuare a far bene. L’auspicio è che il Milan rimanga sempre ad alti livelli e continui questo progetto. Da quando è arrivato Elliott sono stati fatti passi giganteschi, la squadra è cresciuta, i bilanci sono migliorati: credo che chi subentra farà lo stesso».

Il Milan ha preso la strada giusta per il calcio del futuro?
«In questi anni abbiamo dato l’esempio, con investimenti ben fatti, col risanamento e rivalutando i giocatori arrivati. Non solo: in un contesto simile sono arrivati persino i risultati».

Fra i progetti più importanti c’è anche il nuovo stadio: le scapperà la lacrimuccia nel dare l’addio a San Siro?
«E’ stata la mia casa per vent’anni e sarà sempre un ricordo indimenticabile, ma oggi il calcio ha bisogno di altre prospettive e l’asset stadio è sempre stato un obiettivo della nuova proprietà. Averlo sarebbe fantastico».

Lei è una bandiera del Milan, ma non è l’unica all’interno del club: Maldini si è ormai impossessato del suo nuovo mestiere.
«In questi anni ha dimostrato la sua competenza, facendo un bellissimo lavoro. Ha investito nei giovani di prospettiva e di qualità, ha formato coi suoi collaboratori un gruppo importante».

Passiamo al campo: che tipo di derby potrebbe essere?
«Immagino una partita molto equilibrata, con due squadre che arrivano convinte dei propri mezzi. Dobbiamo essere tranquilli e fiduciosi nel nostro gioco, che è quello che ci ha fatto vincere lo scudetto».

LEGGI QUI ANCHE   -SERGINO DEST, LA FRECCIA STATUNITENSE: TERZINO O ESTERNO ALTO? STORIA E ANALISI TATTICA-

Come giudica il Milan che esce da questa campagna acquisti?
«La società si è mossa dove c’era bisogno di rinforzare la rosa. Dirigenti e allenatore sono sempre stati in sintonia, la rosa è migliorata e questo era l’obiettivo. Abbiamo la possibilità di esser protagonisti come un anno fa».

Ci risponda con lo sguardo del difensore: se l’aspettava un’esplosione simile da Kalulu?
«E’ arrivato come terzino ed è riuscito a esprimere tutte le sue qualità da centrale. Ha acquisito molta sicurezza, aiutato dalla squadra».

De Ketelaere l’ha stupita in questi primi scorci?
«E’ un talento, con grandi qualità. Occorre un po’ di pazienza, dargli la possibilità di inserirsi. Non si può pretendere che le giochi tutte al top».

Quale futuro le piacerebbe per Leao?
«Credo sia felice di essere al Milan, e credo possa restare ancora tantissimi anni».

Il giorno del raduno Pioli ha fatto il nome di Bennacer: lei chi “segnala” per questa stagione?
«Un nome solo sarebbe limitante. Se abbiamo fatto l’impresa scudetto significa che tutti hanno dato un contributo enorme. La difesa è cresciuta, Maignan anche, Giroud e Leao hanno fatto gol importanti, Tonali una stagione straordinaria, Bennacer si è confermato. Dobbiamo essere consapevoli che abbiamo l’opportunità di fare ancora bene».

A proposito di Pioli. Ci parli di lui a ruota libera: la prima cosa che le viene in mente?
«E’ arrivato con umiltà, si è messo in gioco e nel momento difficile del lockdown è stato bravo a coinvolgere i giocatori fino a portarli allo scudetto, ovvero dove nessuno in partenza pensava che il Milan avrebbe potuto arrivare. È il suo grande merito».

In Champions l’obiettivo minimo sono gli ottavi?
«E’ stato un buon sorteggio. E comunque il Milan deve sempre pensare al meglio. Anche l’anno scorso nel girone di ferro eravamo convinti di fare bella figura, è un’esperienza che ci aiuterà a esprimerci al meglio».

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

photocredits: acmilan.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live