L’agente elogia il Milan: “Alle commissioni si può dire di no, guardate loro!”

0 cuori rossoneri

Interviste – Dario Canovi è uno storico procuratore, ed è perciò utile ascoltare cosa ha da dire sulla questione legata al mondo degli agenti, dei contratti e delle commissioni.

La questione sta diventando sempre più scottante, anche per il caso Sabatini-Iervolino alla Salernitana. Da questo parte il suo discorso ai microfoni di Tuttomercatoweb: “Conosco bene Walter (Sabatini, ndr) e so quanto serio e sia onesto: mi sembra strano dica bugie. E’ chiaro, comunque, che ci sono delle enormità nelle commissioni. Purtroppo è così, ma sta alle società non pagarle“.

LEGGI QUI LE PAROLE DI SAELEMAEKERS SUI FESTEGGIAMENTI

Ecco la lode: Il Milan, di fronte a Donnarumma e Raiola, che in quel momento chiedevano troppo, ha detto di no. Dunque, si può dire anche di no. Mi domando anche perché ci sia bisogno di un intermediario per trattare tra due grandi club…”

Amplia poi il suo discorso: Dovrebbe esserci un regolamento più serio. Occorre abolire la norma che consente l’intermediazione a tre, che una persona possa essere rappresentante delle tre parti in un contratto è una enormità giuridica. Poi, la Fifa sta promettendo un regolamento degli agenti che la Fifa stessa ha abolito ai tempi di quel… “galantuomo” di Blatter. Ora stanno cercando di chiudere la stalla quando i buoi sono scappati. A cosa serve un regolamento se 5 tra i più grossi procuratori al mondo hanno già minacciato di rivolgersi alla corte suprema d’Europa? La cosa non è rimasta senza timore da parte della Fifa. Non a caso si parla di nuovo regolamento da un anno e mezzo, ma alla fine non è ancora uscito”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live