Adani sul Derby: “Milan, non ti devi snaturare”

0 cuori rossoneri

Il famoso opinionista ed ex calciatore dell’Inter, Lele Adani, ha analizzato il Derby di oggi: spiegando in cosa dovrà essere attento il Milan.

La sua intervista a TuttoSport:

“Il Milan è molto consapevole della sua forza. Ci vorrà la miglior Inter per riuscire a contrastarlo. L’Inter non potrà concedere quello che ha fatto in questo mese e mezzo. La squadra di Pioli ha tante soluzioni per colpire e dietro non bisogna sbagliare niente se Inzaghi vorrà fare un risultato positivo».

Come si spiega le difficoltà iniziali di Inzaghi? «L’Inter è una squadra fisica e con Lukaku lo è ancora di più e se non sei al meglio puoi fare fatica. Poi ha subito qualche gol di troppo. Deve rispettare il suo credo calcistico, solo così tornerà tra le prime e potrà lottare per lo scudetto fino alla fine».

Il Milan cosa ha di diverso delle altre? «È una squadra che divide doveri e oneri tra tutti gli elementi. Le difficoltà le vive insieme come le vittorie. L’atteggiamento, il gioco, è una squadra che pensa con un’unica testa. Questa era l’unica possibilità che aveva per vincere e l’ha fatto. Questo è il segreto della squadra di Pioli: il collettivo. Quello che può fare ancora la differenza».

Si aspettava che arrivasse un attaccante sul mercato per il Milan? «Probabilmente sì, c’era bisogno di un attaccante ma hanno deciso di investire su De Ketelaere che è un crack totale. Un acquisto a cinque stelle in questo mercato. E’ un giovane di prospettiva che ha la possibilità di essere rivenduto anche al triplo di quanto è stato pagato per le sue capacità. Il Milan ha dovuto fare di necessità virtù e quindi ha scelto di investire in altri reparti. Va con le idee dove non può arrivare con i soldi…».

L’errore che non deve commettere il Milan? « Il Milan non deve snaturarsi. Deve pressare alto, deve farlo anche con i suoi difensori centrali».

E l’Inter? «L’Inter non si deve impigrire. L’Inter è una squadra che di solito fa la partita ma può soffrire qualche ripartenza perché la difesa nerazzurra è molto esperta ma non molto veloce. Deve essere pronta alla velocità alla tecnica giocatori come Leao, come De Ketelaere.»

Anche Leao è un crack? «Come potenziale è un crack, in quei minuti in cui diventa quasi onnipotente è imprendibile ma senza continuità non si può ambire a una carriera di top» I crack dell’Inter sono invece? «Lautaro Martinez e Barella”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live