Inter-Milan, Pioli in conferenza: “Il passato non mi interessa! Giroud, Kjaer, Pellegrino…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Stefano Pioli ha presentato Inter-Milan in conferenza stampa a Milanello: vedremo un derby diverso rispetto agli ultimi 4 dove i rossoneri sono usciti sconfitti?

Classico appuntamento con mister Stefano Pioli in conferenza stampa: ai microfoni dei giornalisti a Milanello ha presentato l’importantissimo derby Inter-Milan, sfida di domani sera al San Siro (18:00). Al ritorno dalla sosta Nazionali, i rossoneri si presentano al derby con 3 vittorie, proprio come la squadra di Simone Inzaghi. Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa di Inter-Milan: che squadra vedremo? Riuscirà il Milan a vincere un derby dopo 4 sconfitte consecutive?

Le parole di mister Stefano Pioli

Di seguito, le risposte del mister alle domande dei giornalisti:

Gambe e testa sono pronti alla partita di domani?

“Sicuramente sì: abbiamo iniziato bene, sia noi che loro. Vogliamo continuare così per tutta la stagione”.

Non è il primo derby ma è un altro Milan, ci sono delle emozioni diverse? C’è curiosità anche da parte di Pioli?

“Ero curioso prima della prima di campionato. Ora sono convinto di come la squadra si è preparata e di come affronterà la gara. L’abbiamo preparato nei dettagli”.

E’ il primo derby senza Ibrahimovic nello spogliatoio: Giroud può essere considerato l’erede a livello di personalità?

“Di Zlatan Ibrahimovic ce n’è uno. E’ la squadra che è cresciuta, è chiaro che ci sono giocatori di personalità come Giroud, ma per fortuna il nostro percorso ha permesso a giocatori giovani di maturare”.

Il gap con l’Inter visto negli ultimi 4 derby è stato colmato?

“Non mi interessa niente degli ultimi derby, ma mi interessa solo domani. Altrimenti potremmo dire dello Scudetto vinto e non vinto dall’Inter. Conta solo mettere in campo le soluzioni per fare il nostro gioco”.

Come sta Simon Kjaer?

“Kjaer sta benissimo ed è pronto per giocare una gara così importante”.

Kalulu out, Tomori out e una Inter straripante che ha segnato tanti gol anche in Nazionale

“Speriamo di esserci tenuti i gol per domani. Bisogna essere sempre preoccupati. L’Inter ha giocato alla pari col City, ma noi cercheremo di fare meglio di loro”.

Calabria è stato positivo nelle interviste dei giorni scorsi: è questo l’approccio giusto?

“La prossima partita è sempre un’occasione per dimostrare la nostra qualità. I miei giocatori devono pensarlo. Se siamo più forti lo dirà il campo. Domani il treno passerà da una stazione, ma poi ce ne saranno tante altre. Siamo solo all’inizio, mi piace come stiamo lavorando, domani usciremo dal campo ancora più forti perché la partita ci sarò cose buone o meno buone su cui lavorare”.

Il Milan è cambiato, l’Inter si è rinnovata: quali sono i punti di forza di Milan e Inter?

“Te lo dirò domani dopo la partita. Servirà una partita di alto livello perché per vincere il derby bisogna giocare bene”.

Una cosa che Pioli vuole vedere, una cosa della quale ha paura domani

“Voglio vedere il Milan, voglio vedere quello che abbiamo preparato e so che avremo l’approccio giusto per fare bene. Di cosa ho paura? Non abbiamo paura di nulla”.

Hai usato la “cassetta degli attrezzi” per riparare quello che non è funzionato negli scorsi derby?

“Non ho guardato i derby passati, ma solo le nostre e le loro partite di questa stagione, le prime 3 che abbiamo vinto entrambe”.

Nello sport americano si comprano giocatori per contrastare le proprie rivali: lo avete fatto per rispondere all’Inter?

“No, abbiamo pensato a prendere giocatori per far crescere la squadra. Sono grato al club per la squadra che abbiamo costruito”.

Perché nonostante la crescita Rafael Leao non è stato inserito nei top 30 per il pallone d’oro? Come sta per domani?

“Non ho parlato di questo con Rafa negli ultimi giorni. E’ cresciuto tanto, sta diventando un giocatore dominante e decisivo: dovrà esserlo anche domani”.

L’Inter ha cambiato tanto: Calhanoglu e Thuram, per il Milan cosa cambia?

“Cambiano un po’ le caratteristiche dei singoli giocatori, ma nelle prime partite non mi sembra che l’Inter abbia cambiato modo di giocare”.

Cambia con Simon Kjaer il modo di difendere della squadra?

“No, non cambia. Perché dovrebbe cambiare?”.

Sull’intervista di Cardinale questa mattina a 7 (Corriere della Sera) e sulle frasi sui match col Chelsea dell’anno scorso

“Ci fa piacere il suo interesse. Lui deve far crescere tutti. Ho parlato anche lui di persona della partite dell’anno scorso con il Chelsea. Finora abbiamo fatto vedere qualcosa di buono…”.

Inizia il tour de force: nel rinnovamento è cambiato qualcosa nella preparazione fisico atletica?

“Dovrò gestire molto bene le performance dei giocatori, viste le tante partite in 21 giorni. Ora pensiamo solo al derby, poi da domenica penseremo al Newcastle”.

Qual è il giocatore che avverte in modo più positivo il derby?

“Ho visto grande attenzione e serenità, soprattutto tra i nuovi. Non so se è perchè non sanno cosa ci aspetta domani, ma vedo una squadra serena e sorridente e credo che sia il modo giusto per affrontare queste gare. Poi arrivati a San Siro capiranno cos’è il derby. Stiamo parlando comunque di gente che ha già vissuto partite del genere in carriera”.

Ha la sensazione che negli ultimi 4 derby l’Inter sia stata più consapevole e si sentisse più forte?

“Credo che nessuno di noi sta pensando ai derby dell’anno scorso, pensiamo solo a vincere quello di domani. Ci siamo preparati bene, poi alla fine del match potrò dire se siamo stati migliori. Affrontiamo la partita con la giusta spensieratezza”.

Che difensore è Marco Pellegrino?

“Marco è un difensore attento, disciplinato e aggressivo. Ha bisogno di tempo per capire delle cose, giocava a tre. Può fare anche il terzino sinistro, l’ho provato anche in questi giorni”.

Il manichino è la proiezione del creatore: cosa vuole proiettare il creatore Pioli?

“Dobbiamo giocare da Milan, dobbiamo mettere in campo la miglior prestazione possibile: domani inizia la vera stagione e noi vogliamo essere protagonisti”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

inter milan pioli conferenza stampa

Ultime news

Notizie correlate