Inter-Milan, Biasin: “L’Inter ha cambiato pelle, guai a dire che gioca in contropiede”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Biasin esalta l’Inter per la vittoria contro il Milan: il giornalista mette in evidenza la grande novità di questa stagione ad opera di Inzaghi

Si sono espressi ormai tutti sulla sonora vittoria dell’Inter ai danni del Milan, a dire la sua ci ha pensato anche Fabrizio Biasin. Il noto giornalista di fede nerazzurra ha esaltato la prestazione della squadra di Inzaghi, mettendo in evidenza la novità dal punto di vista tattico di questa stagione. Quello dell’Inter può sembrare contropiede, ma non lo è: la spiegazione di Biasin.

Una nuova Inter: “Non chiamatelo contropiede”

L’Inter ha spazzato via il Milan, c’è poco da girarci intorno. La squadra di Inzaghi è da tempo che riesce ad essere più cinica e ogni volta che arriva nei pressi dell’area di rigore avversaria rischia di fare gol. Fabrizio Biasin ha voluto fare i complimenti al calcio di Inzaghi, poi ha sottolineato la novità del basso possesso palla finalizzato a verticalizzare, da distinguere dal contropiede. L’opinione del giornalista affidata ai social:

“Io non so come sia ‘sto “calcio europeo”, ma quello di Inzaghi mi va benissimo. Possesso palla Inter: con il Milan 37%, con la Fiorentina 40%, con il Monza 48%. I nerazzurri hanno cambiato pelle: manovrano molto meno e verticalizzano molto di più. Si chiamano “verticalizzazioni”, non “contropiedi”. E sono una bellezza“. 

Le difficoltà del Milan secondo Prandelli

L’ex ct azzurro Cesare Prandelli ha analizzato il derby di Milano per la Gazzetta dello Sport:

“Il Milan per quello che si è visto contro l’Inter è dipendente da Leao. Nel primo tempo i rossoneri avevano il 70% di possesso palla, ma hanno concluso poco, hanno permesso all’Inter di essere impietosa nei ribaltamenti di fronte e quell’essere padrone del gioco in realtà ha finito per penalizzare Leao, che nell’unica vera azione in profondità con due tocchi è andato in porta. Quando fai tanto possesso gli spazi si chiudono: puoi essere un campione quanto vuoi, ma se non c’è spazio…”.

Prandelli alla rosea ha detto la sua sulla prestazione deludente rispetto alle attese di Christian Pulisic in Inter – Milan: “Rispetto alle prime partite è mancato molto Pulisic. E più in generale sono venuti meno tutti gli sbocchi sulle fasce: gli esterni sono rimasti larghi, ma uno contro uno erano sempre raddoppiati. Anche il cercare di portare gli esterni bassi in mezzo al campo non ha funzionato granché”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Pioli Milan Biasin

Ultime news

Notizie correlate