Inter, l’antimafia incontra la dirigenza: tra la Curva Nord e la ‘ndrangheta

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Momenti delicati nella Milano calcistica: il Milan è sotto inchiesta dalla Procura mentre l’antimafia vuole vederci chiaro sull’Inter

Possibili complicazioni con la giustizia anche dall’altra parte del Naviglio aprono le due settimane di pausa Nazionali: mentre il Milan è alle prese con l’inchiesta della Procura di Milano sul passaggio di proprietà da Elliott a RedBird, l’antimafia ha incontrato alcuni membri della dirigenza dell’Inter. Sul tavolo non solo i presunti legami della Curva Nord dell’Inter con la ‘ndrangheta.

Dubbi sui rapporti tra Curva e società

A riportare la notizia è l’edizione del Fatto Quotidiano in edicola questa mattina: per il quotidiano, venerdì scorso a Milano la dirigenza dell’Inter (rappresentata da “due figure di vertice della società“) è stata interrogata da una commissione antimafia (per la prima volta nella storia della Serie A).

Il motivo è da ricondurre alla Curva Nord nerazzurra, l’organizzazione di tifosi che veniva gestita, prima di essere ucciso il 29 ottobre del 2022, da Vittorio Boiocchi, e ai suoi presuntilegami assodati con la ‘ndrangheta“. Oltre a quello, l’antimafia “ha sollevato dubbi sui rapporti tra curva e società ma anche su ciò che ogni domenica ruota attorno alle partite: parcheggi, paninari e una onlus“.

Ultime news

Notizie correlate