Inter, Marotta: “Rappresentiamo tutta Milano” Poi esalta le proprietà straniere

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Marotta celebra la stagione dell’Inter e dice di rappresentare con orgoglio la Lombardia: positivo sulle proprietà straniere

Il nuovo presidente dell’Inter Giuseppe Marotta ha parlato della nuova ondata di proprietà straniere nel calcio italiano. Quest’oggi presso l’Aula consiliare di Palazzo Pirelli andava in scena la premiazione delle squadre lombarde che si sono distinte nella passata stagione: Inter, Atalanta, Como, Mantova e Alcione Milano. Marotta si è espresso rappresentando l’Inter, ma non solo, ci ha tenuto a sottolineare l’influenza su tutta Milano e sulla Lombardia in generale. L’ex dirigente della Juventus ha poi registrato il nuovo movimento di proprietà straniere nel calcio italiano: per lui questo è un aspetto positivo.

Parla Marotta

Giuseppe Marotta si è espresso così difronte al Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, le dichiarazioni riportate da TMW:

“Per me è un motivo d’orgoglio essere qui a rappresentare una società gloriosa. Oggi sono qua a festeggiare un’annata a mio giudizio straordinaria. Rappresentiamo tutto il territorio di Milano ma non solo, tutta la Lombardia, quindi lo facciamo come detto con grande orgoglio”.

Proprietà straniere? “Questo deve farci riflettere sul fatto che il modello che ha contraddistinto la mia generazione, coi presidenti-padroni e una forte passione, è superato. Ora a livello imprenditoriale il calcio è cambiato, meno male che sono arrivate queste proprietà straniere”.

Ultime news

Notizie correlate