Inter, Calhanoglu: “I milanisti contro me e la mia famiglia, Dio voleva così”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

L’ex Calhanoglu ha parlato della vittoria dello scudetto con l’Inter e della rivincita personale sul Milan, prendendosela con i suoi ex tifosi

Come da copione, arriva la prima intervista dell’ex Milan ora campione d’Italia con l’Inter Hakan Calhanoglu. Raggiunto da Il Giornale, il turco ha parlato di quella che per lui è stata “una rivincita” contro quello che gli hanno fatto i milanisti due anni fa, quando dopo il passaggio dall’altra parte del naviglio il centrocampista aveva generato risentimento nei tifosi rossoneri. Dopo aver pubblicato un post social che non ha bisogno di interpretazioni due minuti dopo aver vinto il derby con l’Inter, Calhanoglu ha parlato così dell’addio al Milan.

Le parole dell’ex

Per Calhanoglu, la vittoria dello scudetto nel derby è stata “una grande rivincita“. Il turco ha ammesso di aver “lavorato sempre in silenzio e sofferto anche in silenzio” con l’obiettivo di vincere. Incalzato dalla giornalista sulla “rivincita” sul Milan, Calhanoglu ha spiegato che è stata “per la sofferenza che ho provato l’anno in cui sono arrivato, quando con l’Inter abbiamo perso“. “Tutto ciò che è stato fatto contro di me e la mia famiglia dai tifosi milanisti“, continua “non posso dimenticarlo ma nel mio cuore ero certo che tutto sarebbe finito bene“. Lo scudetto nel derby “era tutto scritto” perché, a detta sua, “Dio voleva così perché lui sa che io non ho meritato quello che mi hanno fatto“.

Ultime news

Notizie correlate