ESCLUSIVA, Marano: “C’è un problema di sovraccarico. Sull’infortunio di Thiaw…”

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Il dottor Marano fa luce sulla situazione infortuni del Milan: per Thiaw sarà un lungo stop, la gestione generale preoccupa

Per far ulteriormente luce sulla situazione infortunati in casa Milan, abbiamo come sempre chiamato il Dottor Marco Marano, specializzato in traumatologia. Intervenuto ai microfoni del Talk, Marano ha parlato dell’infortunio al tendine di Malick Thiaw e del numero di problemi fisici ormai prossimo ai trenta casi stagionali.

THIAW, LA RISONANZA CONFERMA I SOSPETTI: LE ULTIME SULL’INFORTUNIO

Iniziamo da Thiaw, come commentare questo nuovo infortunio?

“Iniziamo dall’infortunio di Thiaw. Hanno utilizzato l’aggettivo “severa”, che già considerando la modalità di comunicazione del Milan direi che fa pensare a qualcosa di molto grave. Dal punto di vista medico, si parla della parte neotendinea del muscolo: quindi c’è anche stato un interessamento del tendine, cosa che rende sicuramente più grave l’infortunio rispetto a un guaio unicamente muscolare. Sicuramente non saranno meno di due mesi d’assenza”.

Thiaw è solo l’ultimo di una lunga lista che aumenta da quattro anni. Come risolvere il problema?

“Se nei primi anni si poteva parlare di sfortuna, questa volta possiamo sicuramente parlare di qualche problema organizzativo e di preparazione. Il problema è molto evidente, non posso pensare che con le strutture di un club come il Milan non si sia ancora riusciti a porre rimedio a questo problema. Credo che a questo punto il problema sia da ricercare nella preparazione e di gestione degli atleti”.

CON IL FROSINONE GIA’ DECISIVA: ULTIMATUM DI CARDINAL A PIOLI?

I giocatori infortunati sono tutti molto giovani…

“Uno dei fattori più predisponenti è l’età, insieme all’aver già avuto dei problemi muscolari. Molti dei giocatori infortunati sono invece giovani e al primo infortunio muscolare, come nel caso di ieri sera con Thiaw. Si tratta poi spesso di infortuni molto gravi, talvolta con la necessità di un intervento chirurgico. Penso che ci sia una gestione non ottimale da parte dello staff tecnico, anche se dall’esterno è difficile capire esattamente quali siano i problemi precisamente. Qualcosa non va nella gestione dei carichi di lavoro”.

In un anno siamo al quarto infortunio ai tendini…

“Il tendine viene interessato quando c’è un problema di sovraccarico, il problema alla radice dell’infortunio di Thiaw è questo. Non vorrei che ci sia una volontà di spingere troppo al limite i giocatori, a volte è meglio fare un allenamento o una partita in meno rispetto a spingere il giocatore al massimo. Le troppe partite sicuramente non aiutano ma questo riguarda tutte le squadre, quindi non credo sia l’unico dato da considerare. La cosa che sorprende, guardando qualche tabella, è il numero di giocatori assenti ogni partita: la media per le altre squadre, secondo la Uefa, è di tre giocatori assenti per partita. Noi abbiamo avuto delle settimane in cui il numero era il triplo. Il problema va risolto”.

PEDULLÀ: “PIOLI AL CAPOLINEA. PROPRIO LUI NON CI SPIEGA IL PERCHÉ”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate