Troppi infortuni? Il preparatore critica il lavoro in Serie A