“Infortuni, il Milan era già intervenuto!”: il retroscena di Gazzetta

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Il Milan ha l’incombenza dell’emergenza infortuni da ovviare. Eppure, spunta oggi un retroscena sul provvedimento estivo della dirigenza

Quello dei continui infortuni muscolari è indubbiamente il tema di questa prima parte di stagione per quanto riguarda le vicende del Milan. A dir la verità, è un problema che persiste da almeno un quadriennio e per il quale ancora non è stata ancora scovata una possibile soluzione per uscirne. In questo momento la squadra di Stefano Pioli si trova in grande difficoltà tecnica e mentale, e un’incombenza così forte non può certamente aiutare a superare gli ostacoli. Sulla Gazzetta dello Sport di questa mattina, la firma Alessandra Gozzini si sofferma sulle possibili cause individuate dalla società e su una scossa che ha provato a dare la nuova dirigenza in estate.

ESCLUSIVA, MARANO: “C’È UN PROBLEMA DI SOVRACCARICO. SULL’INFORTUNIO DI THIAW…”

Pioli, non c’è prova

Intanto, dopo il vertice di ieri tra l’alta dirigenza rossonera e lo staff tecnico (dove si è ribadita la fiducia reciproca), si è anche affrontato il tema. Ma di chi sono le colpe di questa emergenza infortuni al Milan? Cosa ne pensa la società? “Per il club non c’è prova che sia il lavoro dell’allenatore, e soprattutto i carichi dello staff tecnico, a incidere sul numero degli infortuni. Giudicato comunque spropositato, tanto da meritare un approfondimento della società. Il problema resiste irrisolto ormai da anni: ora che è diventato evidente, occorre studiarlo e risolverlo. Se non è Pioli, e non sono i suoi collaboratori (possono avere solo una parte di responsabilità), verificate in estate le condizioni dei nuovi acquisti, il motivo va comunque cercato a Milanello: vigilerà la dirigenza“.

DI STEFANO: “MILAN, DIFENSORE CERCASI! IL PUNTO SULL’INCONTRO CARDINALE-PIOLI”

Retroscena

In questo senso, Gazzetta svela un curioso retroscena sul preparatore serbo allontanato in estate: “A inizio stagione, da poco insidiata, la dirigenza del Milan era intervenuta scegliendo di interrompere la collaborazione con Andra Milutinovic, preparatore serbo dai metodi giudicati ormai superati. Cambiare medici, preparatori o fisioterapisti, secondo la società, non metterebbe al riparo la squadra da nuovi problemi fisici. Vale anche per l’allenatore: cambiare in corsa sarebbe garanzia di successo? Oggi no, a meno che gli eventi non precipitino. La sostenibilità finanziaria del club, traguardo virtuoso che allo stesso tempo ha portato ai successi sportivi, non ammette in ogni caso spese folli per un nuovo allenatore”.

CON IL FROSINONE GIÀ DECISIVA: ULTIMATUM DI CARDINALE A PIOLI?

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate