Infortuni Milan, “casting in corso”: cambiano le cose a Milanello?

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

L’ecatombe infortuni porta al primo cambiamento in casa Milan: casting in corso per nuovi fisioterapisti, e in futuro…

Tra i tanti problemi che stanno penalizzando la stagione del Milan, quello degli infortuni è sicuramente il più grave ed il più condizionante. La cifra, dopo lo stop di Tomori nell’ultima partita contro la Salernitana in trasferta, è arrivata a 30 per numero di infortuni (alcuni giocatori si sono fermati più volte) e a 800 per giorni di assenza complessiva dal campo. Mentre la società Milan attribuisce la responsabilità degli infortuni all’allenatore Stefano Pioli e al suo staff, a Milanello potrebbe cambiare qualcosa già nelle prossime ore.

Responsabilità

L’edizione di oggi della Gazzetta dello Sport dedica una pagina intera al problema infortuni del Milan, arrivando a calcolare l’enorme cifra di 800 giorni di assenza complessiva:

TUTTI GLI INFORTUNI STAGIONALI DEL MILAN: DATI DA INCUBO PER PIOLI

Il Milan, sommando i giorni persi da ogni calciatore per infortunio, è arrivato a 800 giorni di assenza e la cifra fa impressione. È sicuramente la più alta d’Italia, una delle più alte in Europa. Con banale conversione: sono quasi 27 mesi, oltre due anni. Al calcolo si arriva sommando i giorni persi per un problema fisico in stagione. La cifra più alta è di Bennacer, […] cinque mesi. Seguono Caldara, che non si vede da 102 giorni, e Sportiello, che sta bene ma non è ancora tornato a disposizione per una partita. E ancora, nella stagione drammatica del Milan, Kalulu e Pellegrino, Kjaer, Leao, Thiaw…“.

Il quotidiano conferma che, anche per quanto riguarda i piani alti del club, la responsabilità del problema infortuni che sta vivendo il Milan è da attribuire “in maggior parte a Pioli e staff, e costituisce al momento “la ragione principale” del possibile esonero del quale si parla ormai da diversi giorni. Le parole di Gazzetta:

Gli infortuni sono il primo problema del Milan […], ma perché succede? Difficile dare una risposta garantita – si sommano spesso vari fattori – ma sicuramente c’è una parte di responsabilità di Pioli e del suo staff. Il club attribuisce a Pioli e staff (il preparatore Osti?) la maggior parte delle responsabilità e gli infortuni, più che il campo, oggi sono il primo elemento di tensione, la ragione principale di una eventuale rottura da esonero“.

“INFORTUNI MILAN, A CHI DOBBIAMO DARLA?!”: ORDINE DURISSIMO CON PIOLI

Infortuni, cosa farà il Milan per risolvere?

Le cose, chiude il quotidiano, cambieranno necessariamente. E sarebbe anche strano il contrario, visti gli spaventosi numeri degli infortuni di una stagione che per il Milan è ancora nel mese di dicembre, con un girone d’andata di Serie A ancora da completare e una fase finale di Europa League da giocare praticamente per intero. Tra i campi di Milanello, la tournée in USA, l’allenatore e i metodi, per Gazzetta a breve sono attesi cambiamenti dal punto di vista dei fisioterapisti:

Che cosa farà il Milan per risolvere? In estate si potrà decidere di rifare alcuni campi a Milanello, di evitare una tournée a cinque giorni dal ritiro ma è chiaro che il cuore del ragionamento sta nella scelta dell’allenatore (nuovo o vecchio che sia) e nei metodi di allenamento. Difficile pensare di svoltare ora. Cambieranno alcuni fisioterapisti, questo sì: il casting è in corso, si sceglierà a breve“.

INFORTUNI MILAN, COSTACURTA: “MA COSA FANNO QUESTI? MI È SUCCESSO…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate