Indagini Milan, cosa filtra “off the records”: spiega il Corriere

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Gli umori di Casa Milan dopo le indagini raccontati dal Corriere della Sera: ecco cosa filtra dietro le quinte

La notizia ha scosso l’intero mondo Milan ieri nel corso del pomeriggio: nella sede di via Aldo Rossi è arrivata la Guardia Di Finanza per effettuare una perquisizione (e le relative indagini) sull’acquisizione di Redbird dell’agosto 2022. Se i tifosi sono rimasti a bocca aperta di fronte a uno scenario del tutto nuovo e inimmaginato prima, come hanno reagito a Casa Milan? Lo racconta Arianna Ravelli del Corriere della Sera.

Buona dose di stupore

In particolare, in un articolo dedicato e intitolato “‘Noi estranei’, ma il club rischia punti e ammende sul piano sportivo”, scrive che “Rigorosamente off the records, si respira una buona dose di stupore verso l’inchiesta che ha portato ieri alle perquisizioni in società”. Non solo, perché secondo l’esperta giornalista il motivo della sorpresa sarebbe anche per l’impressione comune di Gerry Cardinale, visto come proprietario vero e proprio e non come un prestanome. In seguito alle indagini svolte, ricordiamo, sono arrivate smentite da Elliott e una nota del Milan.

Ultime news

Notizie correlate