Il marocchino è sicuro: “Ziyech? Perfetto per il Milan”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Di Hakim Ziyech e dell’interesse del Milan si parla ormai da settimane. Contando il periodo estivo, in realtà, anche da mesi. Il calciatore che sta trascinando il suo Marocco al Mondiale del Qatar è costantemente messo in relazione al club rossonero per il calciomercato invernale.

Le ultime notizie, risalenti a ieri sera, raccontavano di un giocatore più lontano dal Milan per via delle alte richieste di ingaggio. Tuttavia, oggi il tema è riproposto su Tuttosport in un’intervista a Omar El Kaddouri. Ex trequartista di Napoli, Empoli e Torino, tra le altre, il giocatore marocchino conosce bene le qualità del suo connazionale.

LEGGI QUI ANCHE – INZAGHI CONFESSA: “CRITICA MAI BENEVOLA CON ME, DAVO QUASI FASTIDIO…”

E infatti ne parla con certezza: Ziyech al Chelsea ha avuto poca fiducia, ma possiede un sinistro che pochi hanno nel campionato italiano, nel Milan sarebbe perfetto. In Inghilterra il campionato più fisico e per quello magari fa un po’ fatica. Aguerd e Saiss sono due centrali difensivi con letture perfette per il campionato italiano. Ounahi ha tanta qualità, non è mai stanco e fino a un anno e mezzo fa giocava ancora in C francese, può migliorare tantissimo, penso che ora lo vorranno in tanti. Non sono sorpreso invece di Bounaou, in Spagna ha vinto il premio Zamora, è tra i primi dieci migliori al mondo”.

Poi, sulla crisi del calcio italiano il marocchino la pensa così: “Seguo sempre la serie A, resta di buon livello, semmai la mancata qualificazione ai Mondiali dice che c’è un problema con la Nazionale nonostante abbia vinto gli ultimi Europei. Ci sono tante cose da migliorare: quando guardo gli stadi in Italia e poi quelli nel resto d’Europa, dove fanno calcio importante, rimango allibito. Anche i settori giovanili devono migliorare. Dietro al risultato del Marocco c’è un lavoro profondo, non siamo arrivati per caso in semifinale. Stiamo dando spazio a ragazzi che vengono dalle nostre accademie mentre in Italia a 20 anni sei ancora considerato un giovane“.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate