Il giocatore del Bologna racconta la rissa sfiorata: “Quei tifosi facevano paura”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Adesso con Thiago Motta le cose vanno meglio, ma all’inizio della sua avventura a Bologna la squadra ha vissuto momenti di tensione con i propri tifosi. Alcuni mesi fa uno in particolare ha molto spaventato Lewis Ferguson, che ha scelto di raccontarlo al podcast Open Goal.

Queste le parole del centrocampista rossoblù: “Sono uscito dalla porta principale del campo di allenamento. Lì c’era un gruppone di ultras e dei miei compagni, in piedi, un po’ distanti: nessuna security. Questa gente faceva davvero paura, avevano ragnatele tatuate sul volto, erano pieni di tatuaggi pazzi che li rendevano spaventosi“.

LEGGI QUI ANCHE: “IL BRASILE PERDE UN ALTRO TITOLARE DOPO NEYMAR”

Poi, continua: “Non capivo cosa urlassero in italiano, ma erano sicuramente davvero arrabbiati. Ho pensato che fosse tutto esagerato. La situazione era tesa e fuori controllo, poteva scatenarsi una sorta di “Royal Rumble” di Wrestling. A un certo punto uno di loro ha iniziato a dire qualcosa, forse che non lavoravamo abbastanza… Qualche giocatore ha risposto e stava per scattare una rissa. A quel punto, GaryMedel ha scelto il più grosso tra gli ultras e voleva vedersela con lui, uno contro uno. Hanno dovuto trattenerlo gli altri: mai vissuto nulla del genere, ma i miei compagni dopo questa vicenda mi hanno detto ‘Benvenuto in Italia’“.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate