il 16/10/2023 alle 00:04

Ibrahimovic: “Tata il più stiloso!” Poi un segreto e un pronostico

0 cuori rossoneri

Domande botta e risposta per Ibrahimovic e il suo vecchio Milan: Zlatan è garanzia di risate… e di chicche da non perdere

In questa domenica Zlatan Ibrahimovic è tornato al centro della scena per la sua presenza al Festival dello Sport di Trento. Nella sua lunga intervista alla Gazzetta dello Sport i passaggi interessanti sono stati diversi, ma non sono da meno alcune battute fatte fuori dal contesto della sala concerti della Società Filarmonica trentina. Per esempio, sul profilo Instagram di 433 e del quotidiano rosa sono comparsi degli spezzoni di una simpatica intervista a mo’ di “botta e risposta”. Tutto (o quasi) a tema Milan, ma la morale è la medesima: è sempre il solito Ibrahimovic.

ibrahimovic gazzetta

INZAGHI: “DOPO ATENE 10 NOTTI DI FUOCO! IO, KAKÀ E ZIDANE”

18 domande per Zlatan

Nome:

“Dio (ride, ndr). Scherzo, Zlatan Ibrahimovic”.

A scuola come andavi?

“Top, più forte di tutti”.

Una parola per descrivere Ibra calciatore:

“Completo”.

Una parola per descrivere Ibra fuori dal campo:

“Completo”.

Ti manca il Milan?

“Sì”.

Chi è il centravanti più forte al mondo al momento?

“Ne metto due: Haaland e Mbappé”.

Il tuo gol più bello?

“Contro l’Inghilterra (nel 2012, ndr)”.

Chi vince lo Scudetto?

“Milan”.

Chi è il compagno più forte con cui hai giocato?

“Patrick Vieira”.

Chi è il miglior difensore che hai mai affrontato?

“Maldini, Nesta, Chiellini… Sono tanti, non ne ho uno preferito”.

Nel tuo Milan, chi era il più simpatico?

“Io”.

Il più veloce?

“Io”.

Il più tecnico?

“Io”.

L’ultimo a uscire e il primo ad arrivare?

“Io”.

Quello che si vestiva meglio?

“Eh, non tanti. Tata!”.

Il più festaiolo?

“Quello non posso dirlo, amico. È un segreto”.

Il più tenace e ultimo a mollare?

“Io”.

Il più instancabile?

“Io”.

LUCCA: “IO COME GIROUD? ECCO IN COSA! IBRA UN IDOLO, ALL’AJAX…”

Tra Leao, Balotelli e Maldini

Tra i più particolari passaggi di questa giornata fatta di dichiarazioni, Ibrahimovic parla anche di Mario Balotelli, prima di fermare ogni paragone con Rafa Leao:

“Quando un ragazzino ha l’occasione di sfruttare il suo talento… Lui ha avuto tante occasioni, non ne ha presa neanche una. Ce ne sono tanti che vogliono avere solo un’occasione, lui ha perso tutte le occasioni che ha avuto lui. Il tacco in Champions League contro il Newcastle? No no, non si può neanche paragonare. Se fa gol la è un genio. Solo i geni capiscono cosa devono fare lì. Per questo lui è in campo e Balotelli è in tribuna”.

L’italiano, però, non l’ha presa bene. Balotelli ha risposto via Instagram allo svedese, tenendo a ricordare a Zlatan la Champions League vinta con la maglia dell’Inter. Non solo, nella foto ha voluto ironicamente dedicare tre cuori al campione ex Milan.

Ibra, però, ha voluto dedicare anche un pensiero a Paolo Maldini:

“Era sempre presente tutti i giorni a Milanello. Comunicava con mister Pioli, con i giocatori. Tutti i giorni era presente. Non so i dettagli per il mercato, c’erano budget limitato. Era un suo problema, il mio problema era in campo. Ha fatto un grande lavoro, abbiamo vinto. Quando riesci a vincere è una cosa collettiva, ognuno ha le sue responsabilità per arrivare. Non è one man show. Mi dispiace quello che è successo, è una bandiera del Milan. Papà, lui, figlio. Mi dispiace. Ma so che nel calcio le cose possono cambiare. Sono felice per lui per quello che ha fatto per il Milan, come calciatore e come dirigente”.

IBRAHIMOVIC: “IN TRATTATIVA CON IL MILAN. TONALI? NON SO, NON PENSAVO…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

ibrahimovic gazzetta

NOTIZIE MILAN