Baiocchini: “Ibrahimovic-Milan ai dettagli: tempi brevi, ruolo definito”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

I tifosi del Milan hanno già attivato il countdown per il ritorno di Ibrahimovic: continui passi in avanti e chiarezza sul ruolo

Ormai non ci sono più dubbi, presto Zlatan Ibrahimovic riabbraccerà il Milan e per la prima volta non lo farà da giocatore. Gerry Cardinale ha massima fiducia e stima nei confronti dello svedese, i tempi sono maturi. Manuele Baiocchini di Sky Sport ha raccontato di continui sviluppi e di totale trasparenza sul ruolo. Ibrahimovic è pronto a riprendersi il Milan, i legali sono al lavoro.

PADOVAN: “ATTENTO MILAN! IBRAHIMOVIC VUOLE ESSERE ONNIPOTENTE” 

“Tic-Tac”: Ibrahimovic sempre più vicino al Milan

A Milanello, con Cardinale, in dirigenza: sarà un Ibrahimovic tuttofare quello che rivedremo al Milan. Direttamente da Casa Milan, Manuele Baiocchini si è mostrato super ottimista, non dovremo aspettare ancora molto prima di vedere le firme sul contratto.

Giorni di tranquillità per Ibrahimovic, poi si lancerà nel mondo Milan. Il ruolo è stato definito, sarà un supervisor, un braccio destro di Cardinale. Mancano solo i dettagli contrattuali, il contratto è complicato ma i legali sono al lavoro. Difficile dire esattamente quanto manca, ma i tempi sono brevi. Di certo Ibrahimovic tonerà al Milan, sarà il terzo ritorno, il primo non da giocatore”.

“UNICA L’ATMOSFERA DEL CAMP NOU, CHE RICORDI…”: KESSIE RINNEGA IL MILAN

Tutti sotto esame

Da Milanello questo pomeriggio Manuele Baiocchini ha analizzato le dichiarazioni di Furlani: Leao è cedibile?

“Come ricordato nuovamente da Giorgio Furlani tra ieri e oggi, l’auspicio è che la crescita sana e sostenibile che si vuole perseguire porti però il Milan ad essere competitivo anche in campo senza doversi svenare, senza prosciugare le proprie casse ed avere i bilanci in rosso come è stato negli ultimi anni. L’obiettivo è quello di creare una società florida che sappia migliorarsi e vincere nel tempo. Quando a Furlani chiedono se Leao la prossima estate può andare via e lui risponde ‘vediamo’, vuol dire che in questo momento al Milan nessuno è incedibile…nè Leao, nè Theo Hernandez, nè Maignan. Non lo è stato neanche Tonali di fronte ad un’offerta che il Milan non poteva rifiutare. Se arriveranno delle offerte irrinunciabili, verranno prese in considerazione e probabilmente accettate. Questa è la linea della società sin da quando gli americani hanno preso in mano la proprietà del club”.

“IBRAHIMOVIC: CARDINALE, NON PIOLI!”: DI MARZIO SPIEGA, RUOLO IN CORSA?

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate