Milan, “Ibrahimovic super DS”: Condò spiega il ruolo

I più letti

Piero Mantegazza
Nato il 21-11-2000. Laureando in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo all'Università Cattolica del sacro cuore di Milano. Redattore di Radio Rossonera, innamorato del Milan e dello sport in generale.

Il Milan è pronto per la scossa Ibrahimovic, Condò interpreta il ruolo dello svedese: a lui spetteranno queste decisioni

C’è poca chiarezza sul ruolo effettivo che svolgerà Zlatan Ibrahimovic nel Milan: Paolo Condò lo vede come un super direttore sportivo. L’ex bomber è rientrato in società a dicembre, è il braccio destro di Cardinale, come sottolineato dallo stesso patron di RedBird. Il giornalista di Sky Sport spiega come potrà incidere e quali saranno le sue competenze.

Il ruolo di Ibrahimovic

Condò è intervenuto a Sky Sport per provare a fare chiarezza sui reali compiti di Ibrahimovic, ci ha tenuto poi a commentare le dichiarazioni di Cardinale.

“Ibra è un elemento chiave nello spogliatoio del Milan, è quasi come un super direttore sportivo, sarà l’uomo che deciderà in maniera decisiva il futuro di giocatori e allenatori, oltre anche a Cardinale chiaramente. Lo svedese è un consulente tecnico e ambientale, è molto prezioso nel mondo Milan: vedremo a fine stagione quali saranno le scelte che verranno prese”.

Il piano di Cardinale

“Quello che ha detto Cardinale è stato miele per i tifosi del Milan. La sostenibilità economica è molto importante, ma un club come il Milan non può e non deve accontentarsi di partecipare, deve provare a vincere sempre. Da questo punto di vista l’ingresso di Ibra in società è stata una garanzia, anche per i giocatori che vedono un campione come lui spesso a Milanello o in spogliatoio”. 

Ultime news

Notizie correlate