Milan, patto Ibrahimovic-Cardinale: definito il ruolo, e adesso?

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Definito il ruolo di Ibrahimovic: oggi un altro incontro con Cardinale per il suo futuro al Milan. Cosa succede ora?

Zlatan Ibrahimovic al Milan, per una terza nuovissima avventura: ci siamo. Nulla di definitivo, nulla di ufficiale, ma poco ci manca ormai. Dopo aver passato settimane a cercare di capire se il pressing della proprietà sullo svedese sarebbe servito a far firmare l’ormai ex calciatore, si è provato a determinare in quale veste avrebbe potuto tornare in rossonero. Oggi, dopo gli incontri continui avvenuti nell’ultimo periodo, forse siamo giunti al dunque. Ne scrive di più Gianluca Di Marzio sul proprio sito.

“PERCHE’ NO?!”: L’EX APPROVA IBRAHIMOVIC MA BACCHETTA IL MILAN

Ci siamo

L’esperto di calciomercato ha seguito ieri da vicino la vicenda presenziando fuori dall’hotel dove si è svolto il tanto chiacchierato meeting tra il patron del Milan Gerry Cardinale e Ibrahimovic (del quale sono disponibili testimonianze sui canali social di Radio Rossonera). Questa mattina, riferisce di un nuovo incontro:

“Oggi martedì 7 novembre ce n’è stato un altro tra l’amministratore delegato Giorgio Furlani e il proprietario rossonero (si erano anche visti nella giornata di ieri)”.

A tal proposito, sono giunte diverse indiscrezioni in queste ore in merito al ruolo dell’ex numero 11. Anche su questo ha cercato di far chiarezza Di Marzio:

“Il ruolo dell’ex attaccante svedese dovrebbe essere nell’area sportiva e sarà pienamente operativo, come voleva lo stesso Ibrahimovic. Farà da tramite tra il club e Milanello e dovrebbe essere una sorta di direttore generale dell’area sportiva del Milan“.

Ma di cosa si è parlato ieri in albergo? Intanto della sopracitata veste tutta nuova per Zlatan e, naturalmente, dei dettagli contrattuali.

“C’è stato quindi un patto tra Cardinale e lo svedese e nei prossimi giorni si troveranno accordi economici e contrattuali.  Sarà poi il club che comunicherà ufficialmente il ruolo di Zlatan Ibrahimovic che è quindi vicinissimo al ritorno in rossonero”.

A suggellare questa condivisione di intenti e a testimoniare quanto raccontato, anche il post sui social del protagonista, che questa mattina ha scritto: “Tic tac tic tac”. La sabbia nella clessidra, dunque, sarebbe quasi arrivata sul fondo: Ibrahimovic sta per tornare al Milan dopo soli 6 mesi.

IBRAHIMOVIC – MILAN, PASSERINI: “DEVE DECIDERE LUI! MA PIOLI…”

L’ipotesi di Gazzetta

Questa mattina, inoltre, La Gazzetta dello Sport per Ibra ha ipotizzato anche un ruolo in qualche modo extra-calcistico. Così scriveva la rosea nella sua edizione cartacea:

“I compiti potrebbero però estendersi oltre il Milan e riguardare anche le altre attività di Cardinale tra sport, media e intrattenimento seguendo l’esempio di un’altra star sportiva, LeBron James. […] L’influenza di Ibrahimovic potrebbe espandersi in maniera simile: la galassia di Cardinale comprende molti altri interessi. Di recente RedBird ha sviluppato una collaborazione con i New York Yankees, franchigia icona del baseball, e un legame con altri marchi globali come Warner Bros nel cinema. Ibra, campione dello sport che conosce anche i meccanismi dello spettacolo, potrebbe essere coinvolto e finanziare altri progetti“.

PALMERI: “IBRAHIMOVIC DELEGITTIMA PIOLI? IL MILAN E LE SPECULAZIONI”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

ibrahimovic milan

Ultime news

Notizie correlate