Milan, Palladino su Ibrahimovic: “Idolo, un soprannome ci legava”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Il totem del Milan Zlatan Ibrahimovic nei racconti di Palladino: le parole sull’ex compagno del tecnico del Monza

Nel periodo alla Juventus, quando Raffaele Palladino e Ibrahimovic capitarono a giocare nella stessa rosa, nacque un’amicizia di lunga data: l’attuale allenatore del Monza e l’ex 11 del Milan condividono tutt’oggi un bel rapporto. Lo racconta proprio Palladino, che è stato ospite di un periodico francese So Foot.

Da idolo ad amico

Nel corso della lunga intervista, anche spazio all’aneddoto su Zlatan. Lo trova nella sua descrizione dell’ammirazione per Didier Deschamps: “Amo Deschamps, a lui devo tanto. Quando sono tornato mi sono ritrovato durante il ritiro prestagionale con una serie di campioni immensi: Ibrahimovic, Zambrotta, Thuram, Cannavaro… Se oggi è un amico, Ibra era il mio idolo. Mi avevano soprannominato PallaIbra“.

Nel corso della stagione attuale, i due si sono rivisti sul campo in occasione di Monza-Milan, quando Ibrahimovic ritrovò anche il suo vecchio “Dottore” Galliani. Ricordo non positivo per il Senior Advisor di Redbird, considerato il 4-2 brianzolo e la pessima prestazione dei rossoneri.

Ultime news

Notizie correlate