Mirabelli: “Ibrahimovic al Milan? Vedremo se avrà la stoffa”

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Il ritorno di Ibrahimovic, il mercato di gennaio che deve rappresentare una svolta: le parole di Mirabelli a TVplay

Il ritorno di Ibrahimovic al Milan è la notizia principale della settimana rossonera, in attesa di scoprire il futuro europeo in base al risultato del match di stasera contro il Newcastle. Sul momento negativo del Diavolo, troppo lontano dall’Inter capolista e a un passo dall’eliminazione dalla Champions League, è intervenuto anche Massimiliano Mirabelli. L’ex dirigente dei tempi di Yonghong Li ha parlato principalmente del ritorno dello svedese, con un occhio sempre rivolto al mercato.

“IBRAHIMOVIC, FIGURA CHE SERVIVA!”: JACOBELLI VA CONTROCORRENTE

Il (terzo) ritorno di Ibrahimovic al Milan

L’ufficialità è arrivata ieri, ma il ritorno di Ibrahimovic al Milan era ormai nell’aria da diverse settimane. Restano ancora da capire gli effettivi poteri e il ruolo che lo svedese ricoprirà nell’organigramma rossonero, al di là del comunicato ufficiale. Mirabelli: “Lui ha un grandissimo carisma. Può essere una spalla sia per Pioli che per i dirigenti, i quali sanno un po’ poco di quello che c’è da sapere sul Milan. Può dare una mano anche ai calciatori stessi”. Poi, il paragone con Christian Abbiati, team manager sotto la gestione Fassone-Mirabelli: “Lui riusciva sempre a dire la parola giusta”. Si delinea quindi un ruolo delicato, probabilmente di supporto nelle varie aree tecniche e dirigenziali di un club in crisi: “Il Milan è in un momento molto particolare e negativo rispetto alle ambizioni iniziali. C’è ora la novità di Ibrahimovic, che conosciamo in quanto campione in campo e che magari lo sarà anche fuori dal campo. Il tempo ci dirà se avrà la stoffa o meno”.

“SCETTICA O EDULCORATA?”: CURRÒ E LE DIETROLOGIE IBRAHIMOVIC-MILAN

Manca poco al mercato

Insieme a Fassone, Mirabelli si occupò della faraonica campagna acquisti estiva del primo Milan post Berlusconi, lasciando in eredità più debiti che altro. Oltre alla novità Ibrahimovic, per il Diavolo si prospetta una sessione invernale piuttosto piena. Mirabelli: “Forse non si è trovato lì davanti un giocatore importante. Giroud è fantastico, ma ha una certa età. La squadra rossonera pecca lì davanti, anche se un po’ tutto il mercato è stato sottotono”. Sottile bocciatura la mercato estivo condotto da Furlani, attesa per la finestra di riparazione. L’obiettivo rimane il nuovo numero 9, anche se bisognerà attendere gli sviluppi del buon momento di Jovic.

ESCLUSIVA, SALA (DAZN): “IBRAHIMOVIC, SCOSSA MILAN! PIOLI RESTA ANCHE SE…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate