Milan, Loftus-Cheek e il consiglio di Ibrahimovic: “Me lo ripete sempre”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Loftus-Cheek racconta l’importanza di Ibrahimovic nel Milan: le sue richieste e come motiva la squadra

Zlatan Ibrahimovic ricopre un ruolo sempre più importante nel Milan e Ruben Loftus-Cheek spiega perché è così speciale. Lo svedese è di fatto il braccio destro di Cardinale ed è sempre accanto alla squadra. In particolare ha un consiglio specifico per Loftus-Cheek.

La leadership di Ibrahimovic

Loftus-Cheek ha rilasciato una lunga intervista a Cronache di Spogliatoio, di seguito due spunti: l’incognita sul ruolo e le indicazioni di Ibrahimovic.

Sul ruolo: “Ho giocato in molte posizioni nella mia carriera ma mi sono sempre trovato bene agendo da numero 8, dove posso agire nella metà campo offensiva e incidere sulla partita con creatività e presenza fisica. Posso entrare in area di rigore, è dove ho giocato di più in questa stagione, dove mi trovo a mio agio e posso divertirmi. Ho iniziato a giocare con degli allenatori che mi facevano giocare sulla destra nei tre di centrocampo, ho imparato a giocare sulla destra. A volte agendo da numero 10 mi ritrovo sempre ad andare sulla destra, sono abituato a stare lì, è dove mi sento a mio agio”.

Il peso di Ibra: “Ibrahimovic è stato molto di aiuto da quando è arrivato, ogni partita è fuori dallo spogliatoio ad aspettarci e incoraggia tutti. Viene spesso al centro di allenamento, ci parliamo spesso, è una persona fantastica e un sopporto da avere intorno con la sua leadership che aiuta. Vuole il meglio dalla squadra, da lui, dall’allenatore e da chiunque sta intorno. È un grande leader e motivatore per noi. Mi dice sempre di entrare in area e cercare di essere decisivo”.

Ultime news

Notizie correlate