Borghi: “Il Milan fa un passo lucido” E cita Ibrahimovic e Furlani

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Stefano Borghi analizza la scelta del Milan e rivede le partite di Paulo Fonseca: il memo sulle parole di Giorgio Furlani e Zlatan Ibrahimovic

Nel corso di EuroCronache su Cronache di Spogliatoio, Stefano Borghi ha scelto di andare a fondo sulla questione nuovo allenatore del Milan citando le importanti parole di Furlani e Ibrahimovic.

Una visione d’insieme

Il telecronista di DAZN è partito da un’analisi del calcio di Fonseca: “Torna in Italia dove ha lasciato un ricordo non brillantissimo. Però io ho rivisto in molti tratti dell’ultima stagione di Fonseca al Lille il calcio che faceva allo Shakhtar. E quello è un calcio molto apprezzabile, un calcio che può portare risultati, un calcio che può adattarsi alla rosa che ha il Milan“.

Poi, continua: Una delle poche cose un po’ impattanti che ha detto il Milan nella parte finale di stagione è stata quando Furlani a DAZN ci disse: ‘Non abbiamo intenzione di fare un lavoro enorme sul mercato, l’abbiamo fatto l’estate scorsa’. Quindi, io immagino, collegandomi alle parole di Ibrahimovic sulla permanenza di uno, due e tre (Maignan, Theo e Leao, ndr) che il Milan non andrà a stravolgere le caratteristiche della rosa. Quindi, avere un allenatore che si incastra bene con questo tipo di giocatori secondo me è un passo lucido e giusto“.

Ultime news

Notizie correlate