Milan, Corazzi e la domanda a Ibrahimovic: “Mio obiettivo raggiunto”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Emanuele Corazzi affronta i commenti alla sua domanda a Zlatan Ibrahimovic nella conferenza stampa al centro sportivo del Milan

Nel corso di Eurocronache, il direttore di Cronache di Spogliatoio torna sulle dichiarazioni di Zlatan Ibrahimovic a Milanello sul calciomercato del Milan e sull’annuncio del nuovo allenatore Paulo Fonseca. In particolare, Corazzi fa chiarezza sul suo intervento, quando a metà conferenza ha stuzzicato il Senior Advisor di Redbird e il suo carattere.

Il botta e risposta con Zlatan

Queste le parole in diretta del giornalista, che con la mente torna a quattro giorni fa: “Innanzitutto raccontiamo il momento. Ibra è un personaggio carismatico a cui piace giocare un po’ di fioretto. Non è permaloso o arrabbiato. E poi era un contesto che era la festa di Ibra. Pungoliamolo un po’…

La prima mezzora è stata un pochino noiosa. Io gli ho fatto i complimenti perché è già diventato diplomatico come dirigente e sapevo che avrebbe reagito, l’obiettivo era quello. Così gli ho fatto la domanda su Zirkzee e lui ha risposto. La mia impressione è che al Milan l’anno scorso sia mancato un uomo di campo. Se Ibra riesce a trovare l’equilibrio giusto tra il suo ego e il lavoro nello spogliatoio, è l’uomo che mancava“.

Ultime news

Notizie correlate