Milan, ora Ibrahimovic è un “caso”: oggi ha fatto solo due scelte

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

La Gazzetta dello Sport apre il caso Zlatan Ibrahimovic: le critiche dai tifosi del Milan, i messaggi criptici sui social e le due scelte

La figura di Ibrahimovic al Milan, oggi, è avvolta dal mistero. Questo lascia intendere Gazzetta questa mattina che, sulle proprie pagine, racconta quanta poca chiarezza si stia creando attorno all’ex calciatore rossonero. Dai social al ruolo in società, fino alle zero dichiarazioni e alle due scelte per l’U23: la rosea piazza la lente d’ingrandimento sui primi sei mesi di Zlatan in via Aldo Rossi.

Il caso Ibra parte dai social

Il primo appunto che gli viene fatto è l’enigmaticità dei post su Instagram e X, lì dove comunica poco e poco di Milan in senso stretto. “Invece che accogliere il prossimo tecnico e annunciare i prossimi programmi, Ibra gioca a fare gli indovinelli”, questo secondo la rosea il motivo delle critiche da parte dei tifosi.

Le sole due scelte

Poco attivo anche sul calciomercato: “È rimasto nell’ombra, a cominciare dall’allenatore. Fonseca non ha il timbro di Ibra, tra le opzioni sul tavolo il solo Van Bommel, ex compagno rossonero, aveva il suo sponsor”. Inoltre, per Gazzetta non siede al tavolo delle trattative nemmeno per trattare con e per i calciatori. Tuttavia, avrebbe inciso sull’Under-23: “Ha affidato la gestione del settore a Kirovski e gli ha consegnato Bonera allenatore”.

Il quotidiano chiude con una riflessione: “Piedi e testa facevano la differenza in campo, da dirigente la mano non si è vista. Sarà soddisfatto? Conoscendolo, no”.

Ultime news

Notizie correlate