“Ibrahimovic, figura che serviva!”: Jacobelli va controcorrente

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Jacobelli va controcorrente sul tanto criticato ruolo di Ibrahimovic, il “team manager del terzo millennio”

Se questa sera il Milan deve cercare il tutto e per tutto contro il Newcastle in Champions League, uno dei temi che tengono banco questa mattina è quello legato a Zlatan Ibrahimovic, che fa inevitabilmente parlare di sé. Questa volta per il ruolo di Senior Advisor che gli è stato assegnato da Gerry Cardinale e RedBird, una figura non capita e/o non apprezzata dalla critica fin dal momento dell’annuncio ufficiale. In questo senso, però, Xavier Jacobelli va controcorrente. Intervenuto ai microfoni di TMW Radio per la trasmissione “L’Editoriale“, l’esperto giornalista si è dedicato al percorso delle italiane in Europa e al Milan. Ecco alcuni passaggi della sua intervista.

“SCETTICA O EDULCORATA?”: CURRÒ E LE DIETROLOGIE IBRAHIMOVIC-MILAN

Il girone dei cugini

Tanti si lamentano del turnover di Inzaghi più con la Real Sociedad che con l’Udinese.

“Si cerca il pelo nell’uovo in una squadra che arriva a Nyon da seconda, ma non vuol dire nulla. Sì, corre il rischio di affrontare squadre forti, ma è sempre riuscito a sopperire a certe dinamiche. Inzaghi ha fatto delle capacità di ruotare i suoi titolari come metodo efficiente nel suo percorso all’Inter e i numeri lo dimostrano. Nell’ambito del girone ha gli stessi punti della Real Sociedad che si qualifica solo per differenza reti: non riesco a capire perché debba essere criticato tenendo conto degli altri impegni. Ha le capacità di affrontare qualsiasi avversario gli capiterà lunedì”.

SABATINI: “AVANTI CON PIOLI! MILAN ESPROPRIATO, NIENTE SCATOLE CINESI”

Milan tra Champions e Zlatan

Il Milan cerca la clamorosa rimonta.

“In Europa non bisogna mai dare nulla per scontato. Ricorderete l’impresa dell’Atalanta, stessi punti del Milan e poi volata agli ottavi di finale all’ultima gara. Qui bisogna aspettare buone notizie dal PSG, la più deleteria sarebbe un’esclusione totale che speriamo non si verifichi. Mi aspetto un Milan di carattere, voglio capire che tipo di forza avrà per reagire”.

Che ruolo avrà Ibrahimovic nel Milan?

“A tutto campo. RedBird agisce su più settori, in America è molto popolare e sarà l’unione tra la società e la squadra. Sarà un team manager del terzo millennio, serviva una figura così dopo il congedo traumatico da Maldini. La cosa più importante, il focus resta soltanto la Champions League”.

ESCLUSIVA, SALA (DAZN): “IBRAHIMOVIC, SCOSSA MILAN! PIOLI RESTA ANCHE SE…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate