Guirassy, Milan sempre più convinto! Le ragioni sono due

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Il Milan punta Serhou Guirassy per il mercato di gennaio: due aspetti hanno definitivamente convinto i rossoneri

Il Milan si guarda intorno in vista del mercato di gennaio. I rossoneri potrebbero fare addirittura tre acquisti in queste finestra di mercato di riparazione: un difensore, un centrocampista e una punta. Per quanto riguarda il centravanti, la società di via Aldo Rossi sembrerebbe esserci convinta: Serhou Guirassy è l’uomo giusto per l’attacco del Milan.

DI MARZIO: “MILAN, RISPOSTE DAL MERCATO! SU GUIRASSY…”

Di Stefano: “Mercato Milan: il dictat è sempre quello”

Nel corso di un collegamento a Sky Sport 24, Peppe Di Stefano ha tracciato i confini di quello che potrebbe essere il calciomercato invernale del Milan: “Tanti infortuni. Domani ci sarà un consulto medico per Pobega, che rischia seriamente un intervento chirurgico. Vuol dire un centrocampista in meno. Proprio per questa ragione, considerando anche l’assenza di Musah per la partita contro la Salernitana, c’è quasi già difficoltà a reperire tre giocatori. O quantomento, ci sono tre giocatori ma Krunic è in mezzo a vicende di mercato. Bisogna fare attenzione già a aprtire da gennaio per capire che tipo di mercato farà il Milan. Di sicuro arriverà un difensore: lì sono pochi e con gli uomini contati, viste le assenze di Thiaw e di Kalulu. Pellegrino è rientrato soltanto ieri ma è un giocatore ancora troppo acerbo per considerarlo un vero rinforzo della squadra. In mezzo al campo la situazione è quella che abbiamo detto, e molto dipenderà da Bennacer, se andrà in Coppa d’Africa o meno. In attacco il Milan vorrebbe provare a piazzare un colpo come Guirassy, che è un colpo che guarda al presente ma anche al futuro, alla prospettiva. Alessandro vi racconterà le dinamiche di questo giocatori che il Milan segue da tempo e che potrebbe fare al caso dei rossoneri. Io credo che il dictat del Milan sia sempre quello: non comprare giocatori fatti ma giovani che possono crescere e possono far crescere nel tempo il Milan. Vedremo se è una cosa che applicherano anche nel mercato di gennaio, soprattutto per l’attacco. Ma in difesa, la mia impressione è che serva qualcuno di pronto, perchè al momento sono davvero pochi lì dietro”.

PAGLIARI: “MILAN, ANDREI SU DAVID! CON QUESTO ATTACCO…”

Sugoni: “La clausola di Guirassy è aggredibile”

Presente in studio, l’esperto di calciomercato Alessandro Sugoni ha preso la palla al balzo e ha parlato dei movimenti del Milan, soffermandosi in particolare sul profilo di Guirassy: “Non è una novità questa. Guirassy non è un giovanissimo ma è ancora abbastanza giovane. 27 anni, attaccante dello Stoccarda, bisognerà capire anche per lui se, come sembra, sarà convocato per la Coppa d’Africa. È chiaro che sulla carta la Guinea, per cui lui gioca, può fare meno strada di una Nigeria o di un’Algeria, però poi la competizione va giocata e bisognerà vedere. Però la volontà di andare su questo ragazzo c’è per due motivi: il Milan lo sta seguendo da tanto tempo e soprattutto il ragazzo ha una clausola “aggredibile”, non di quelle clamorose. Chiaramente richiede un investimento di 17/18 milioni, però per un giocatore che ha segnato 16 gol in questa Bundesliga e 18 in stagione non sono molti. È secondo solo a Kane in classifica marcatori, ma è quasi un merito perchè è impossibile essere ai livelli di Kane quest’anno. Sta dimostrando di continuo di poter stare a certi livelli, per questo è un’idea per il Milan. Poi vedremo se facendo un investimento lì allora gli altri reparti… Ve lo abbiamo detto, ci aspettiamo almeno tre colpi dal Milan, vedremo poi dislocati dove. Vedremo se negli altri reparti si cercheranno delle occasioni credo un po’ meno onerose rispetto all’eventuale investimento di Guirassy”.

DI STEFANO: “MILAN, IL PRIMO GIORNO DI IBRAHIMOVIC: TRA PRESENTE E FUTURO”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate