Gudmundsson: “Ho il calcio nel DNA, il mio bisnonno ha giocato nel Milan!”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

In un’intervista rilasciata ai microfoni di Repubblica Genova, il nuovo idolo dei tifosi del Genoa Albert Gudmundsson ha strizzato l’occhio ai tifosi del Milan raccontando la storia del suo bisnonno.

Gudmundsson sul bisnonno, anche lui Albert
«Il calcio la mia famiglia lo ha nel dna. Giocavano mio padre Benediktsson e mia padre Helga e giocava anche mio nonno materno Bjorn. Tutti sono arrivati in Nazionale. Il mio bisnonno Albert è stato il primo calciatore professionista islandese. Ha giocato in Scozia, Francia e nell’Arsenal. E nel 1948 è approdato al Milan. Viene considerato uno de tre giocatori islandesi più forti di tutti i tempi. Quando ha smesso si è dato alla politica. Mi piaceva moltissimo anche il basket, ma è stato mio padre a scegliere per me: sei portato per il calcio e poi per la pallacanestro ti mancano almeno venti centimetri…»

ULTIME NOTIZIE MILAN – L’EX INTER: “IL DERBY E’ IL DERBY, TI PRENDE LO STOMACO! COME LEAO CE NE SONO POCHI…”

Un solo gol nella prima stagione in serie A.
«È stato un periodo difficile sia per me che per la squadra, ma non mi sono mai pentito di aver scelto il Genoa».

Ora nove gol e un assist: la serie A se la sta riprendendo.
«Ho sempre creduto in questa squadra, ero convinto che avesse margini di crescita. Ora i risultati lo stanno confermando».

ULTIME NOTIZIE MILAN – REPICE: “IL MILAN STA TORNANDO, TONALI LIVELLO MONDIALE! MA UNA COSA MI LASCIA ANCORA PERPLESSO…”

Dalla sconfitta col Cittadella a Marassi, il momento più buio della stagione, alla vittoria di Cittadella che fa vedere la serie A sempre più vicina. Cosa è cambiato?
«Blessin giocava con quattro difensori mentre Gilardino ha scelto di giocare con cinque. Io faccio la seconda punta, questo mi permette di giocare più vicino alla porta e di essere più incisivo. Ma è cambiata soprattutto la mentalità, quando tutta la squadra va nella stessa direzione i risultati vengono per forza».

Come sono le giornate di Gudmundson fuori dal campo?
«Genova mi piace, ho scelto di abitare in pieno centro per vivere appieno la città. Frequento soprattutto Frendrup, Hefti, Dragusin ed Ilsanker. Un po’ mi manca Galdames che a gennaio è andato alla Cremonese».

ULTIME NOTIZIE MILAN – (CALCIOMERCATO) DEVIS VASQUEZ PUO’ LASCIARE: IL MOTIVO NON E’ LEGATO AL CAMPO

Zero tatuaggi.
«Tanti giocatori italiani li hanno, io non ci ho mai pensato. Nel caso chiederò una consulenza a Sabelli».

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Albert Gudmundsson Milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate