Graziani: “Milan, non vinci neanche con loro! Su Pioli…”

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Ciccio Graziani a 360 gradi sulla situazione del Milan: la difficoltà contro le piccole, il calendario, Pioli

Le due parole “crisi” e “Milan” sono sempre più accostate negli ultimi giorni. La vittoria contro il Paris Saint Germain aveva illuso i tifosi rossoneri di un miglioramento del clima a Milanello, ma così non è stato. Sul tema è intervenuto anche Ciccio Graziani, intervistato a Mediaset a tutto tondo sul periodo dei rossoneri. Da ex allenatore, interessante anche la netta posizione su Pioli, che per molti meriterebbe l’esonero.

GRAZIANI: “PIOLI? TROPPI PROCESSI! GARCIA, NON CAPISCO: PERCHE’?”

Graziani e il momento del Milan

La speranza di rivedere un Milan più vincente dopo il complesso calendario delle prime partite della stagione è stata completamente tradita. Solo un punto tra Lecce e Udinese, troppo poco per provare l’assalto allo Scudetto. Graziani: “Un piccolo vantaggio il Milan può averlo contro squadre inferiori, ma se tirano fuori qualcosa in più alla fine non vinci manco con loro. Lo abbiamo visto”. Una critica piuttosto dura ma tutto sommato meritata, per un Milan che fa fatica a racimolare punti anche con squadre nettamente inferiori. Le polemiche sull’annullamento del 3-2, però, sono infondate: “Per me quello è fallo. Il pestone c’è stato. Il Var deve intervenire”. E su Giroud, ancora Graziani: “Non può reagire in quel modo. Le due giornate potrebbero essere addirittura raddoppiate”.

TREVISANI: “GIROUD, REAZIONE CAPIBILE! QUANTO L’ARBITRO DIVENTA PRESUNTUOSO…”

Nessun esonero

Fin qui nessuna sorpresa. Le parole di Ciccio Graziani sul Milan sono decisamente condivisibili. I tifosi rossoneri più arrabbiati con l’allenatore, però, non condivideranno di certo la difesa di Pioli promossa dall’ex Torino: “Sarebbe un grave errore (esonerarlo, ndr), fuori luogo. Ieri primo tempo straordinario, poi sono rientrati come se avessero dovuto giocare un’amichevole. Il calcio è algebra, è bello anche perché è così”. Più colpe alla squadra che all’allenatore, dunque, sottovalutando una forma fisica pessima che può essere sicuramente imputata allo staff di cui Pioli è a capo. In ogni caso, dopo la sosta, il Milan può contare su un calendario abbastanza favorevole con cui pensare di recuperare qualche punto. L’obiettivo è rialzare la testa, passare il girone di Champions e mettersi alle spalle i terribili mesi di ottobre e novembre. Senza Giroud, che rischia una grossa squalifica, e Leao, che dovrà recuperare dall’infortunio, sarà molto dura.

GRAZIANI: “IL MILAN È A RISCHIO CRISI. MERCATO? L’ERRORE È DI PIOLI”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate