Graziani: “Milan a rischio crisi. Mercato? L’errore è di Pioli”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Graziani avverte il Milan: la sconfitta con il Napoli aprirebbe una crisi. Manca una punta valida e Pioli deve assumersi le sue colpe

Questa sera Napoli-Milan ci dirà molto sullo stato di forma delle due squadre: Francesco Graziani ha delle sensazioni positive verso la squadra di Garcia, meno verso quella di Pioli. Da ex attaccante si sofferma sulla carenza offensiva dei rossoneri, dovuta anche alla mancanza di un vice Giroud adeguato: Graziani voleva Taremi al Milan e invita Leao a guardare i movimenti di Mbappé.

NAPOLI DECISIVA PER IL RITORNO DI IBRA: RUOLO A STRETTO CONTATTO CON PIOLI

Graziani non vede nessuna crisi a Napoli: Kvaratskhelia meglio di Leao

In casa Napoli si è vissuta una situazione complicata viste le parole di De Laurentiis nei confronti di Garcia. Il tecnico degli azzurri sta per il momento rispondendo sul campo e questa sera potrebbe rilanciarsi definitivamente battendo il Milan. Graziani a Sportmediaset sceglie Kvaratskhelia nel duello con Leao.

“Tutti parlavano di Napoli in crisi ma vorrei dire una cosa. Se vincono stasera contro il Milan si rimettono di nuovo in corsa per lo scudetto. Dovevano vincere per forza contro il Verona e lo hanno fatto. Contro l’Union Berlino hanno portato a casa tre punti fondamentali che hanno messo in discesa la qualificazione agli ottavi di finale. A me non sembra poco mentre tutti criticano Garcia”.

Al posto di Osimhen? “Io schiererei Simeone al posto del nigeriano perché per caratteristiche è quello che gli assomiglia di più. Mentre Garcia preferisce Raspadori, avrà i suoi motivi”. 

Chiusura sul duello Kvara-Leao: “Tra i due scelgo il georgiano perché gioca di più per la squadra. Fossi in Leao guarderei i movimenti di Mbappe, che gioca per vincere”.

Milan confuso: il problema è l’attacco

In casa Milan il momento è delicato, i big match fin ora sono stati molto negativi e c’è un chiaro ed evidente problema nella fase offensiva. Errori di mercato, seconde scelte non all’altezza? L’analisi di Graziani sull’attacco del Milan:

“In questo momento l’aspetto psicologico non aiuta il Milan. Ho l’impressone che stasera potrebbe aprirsi una mini crisi in caso di non vittoria oggi. Loro vogliono vincere in Italia e in Europa ma avanti il Milan ha meno potenzialità delle altre. Se si fa male Giroud sono problemi, Taremi sarebbe stato l’ideale. Se vuoi stare ai vertici devi fare pensieri diversi. In Italia vinci se fai più più gol. L’errore è anche di Pioli che non ha chiesto alternative. Jovic non è funzionale. Io avrei preso uno tra Okafor e Chukwueze e avrei preso una punta importante”.

DI BIAGIO: “SOLO L’INTER PUO PERDERE IL CAMPIONATO, MILAN NON ALL’ALTEZZA”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

graziani milan

Ultime news

Notizie correlate