Graziani: “Piccinini, è giusto! Genoa, a me spiace, ma come si fa?!”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Graziani si esprime anche sulla rete di Pulisic in Genoa-Milan: il suo commento alla vittoria di Marassi

A iscriversi all’elenco di chi dà la propria opinione sul momento che sta attraversando il Milan e sull’ultimo impegno di campionato contro il Genoa c’è anche Francesco ‘Ciccio’ Graziani. Intervenuto nella puntata odierna di Sportmediaset, l’ex attaccante ha toccato diversi temi. Innanzitutto, le scelte di Stefano Pioli e il futuro del Milan. Poi, anche l’episodio più discusso della rete convalidata a Christian Pulisic e, infine, muove anche una critica a Simone Inzaghi parlando di Inter.

LONGHI: “MAIGNAN SCHUMACHER! PULISIC, OGNUNO HA I SUOI OCCHIALI COLORATI”

Pioli e i segnali

A inizio trasmissione, Graziani ci prova, senza sbilanciarsi troppo:

“Dovessi fare un pronostico, una tra Milan, Inter e Napoli vince lo Scudetto. La Juventus però è sempre lì, quando parli di loro devi avere rispetto perché con loro non puoi mai dire la parola fine”.

Poi, passa a commentare Genoa-Milan e le scelte di formazione di Stefano Pioli:

“Il primo tempo del Milan non mi è piaciuto, forse ha cambiato troppo. Cambiare tutti e tre gli attaccanti può non essere una buona idea, anche perché ha messo un attaccante centrale con caratteristiche completamente diverse da Giroud. Chukwueze, Okafor e Jovic hanno combinato poco e niente. Li avrei messi un po’ per volta, mantenendo sempre qualche titolare dentro, altrimenti diventa difficile”.

E continua:

“Nel primo tempo il Milan non ha quasi mai tirato in porta, ha fatto due cross: troppo poco. Se vuoi guardare al futuro con più ottimismo devi guardare anche il gioco. E ieri sul gioco ci sarebbe da dire qualcosa. Non è che abbia strameritato questa vittoria, perché poi negli ultimi 6-7 minuti, con tutto quello che è successo, poteva rimettere in discussione il risultato. Partita sporca? Quando si vincono, sono sempre segnali positivi”.

GENOA-MILAN, LE PAGELLE SUI QUOTIDIANI: BOCCIATO IL TRIDENTE DI PIOLI!

Pulisic e Inzaghi

Nel corso del programma, però, c’è spazio anche per la revisione e il commento del gol di Pulisic che ha deciso la sfida: ha toccato il pallone con un braccio? Graziani:

“Non c’è la certezza che Pulisic sfrutti il braccio per prendere la palla, girarsi e fare gol. Mancano le immagini. Dispiace per il Genoa perché la ammiro, ma come si fa a annullare un gol in quella maniera? Se anche avesse preso un pochino di muscolo del braccio senza che la palla cambiasse traiettoria come facevi ad annullarlo? Non c’è un’immagine che certifichi il tocco, giusto non annullare quindi il gol”.

Infine, quando si parla di Inter e della gara di ieri contro il Bologna, una critica per Inzaghi:

“Alcuni cambi molto affrettati, qualche volta potrebbe anche cambiare assetto tecnico. Lui non lo fa mai, soliti cambi: terzino per un terzino, mediano per un altro, attaccante per un attaccante. Non c’è una rotazione che possa dare un altro tipo di soluzione alla squadra. Non ce li ha nel suo credo calcistico e questo potrebbe essere un limite. Su 9 punti l’Inter ha raccolto 4 punti, qualcosa non ha funzionato in questa squadra”.

GARLANDO POST DORTMUND-MILAN: “CRASH-TEST CONFORTANTE. MA DEVI FARE COME L’INTER!”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

graziani

Ultime news

Notizie correlate