il 18/01/2023 alle 16:53

Gravina sulla Supercoppa: “Evento sportivo sradicato, mi rattrista”

0 cuori rossoneri

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha parlato in occasione della cerimonia di presentazione della nuova divisa ufficiale dell’Italia. Naturalmente, non sono mancate le domande sulla Supercoppa Italiana che si disputerà tra poche ore.

In particolare, il numero uno della Federcalcio si è espresso sulla scelta di far giocare la sfida a Riyadh, in Arabia Saudita: “Purtroppo il calcio negli ultimi tempi insegue territori e palcoscenici che assicurano maggiori introitiQuesto vale per il Mondiale, la Supercoppa o altri eventi. Il mondo del calcio comincia a cavalcare l’onda della globalizzazione e della facile rincorsa alla valorizzazione economica”.

LEGGI QUI ANCHE – L’EX BRUGGE: “RICORDA LE MIE PAROLE: NUSA GIOCHERÀ PER I PIÙ GRANDI CLUB”

Poi, Gravina entra nello specifico:La Supercoppa Italiana sarebbe ideale giocarla all’Olimpico di Roma o a San Siro. Il calcio deve avere la capacità di trovare delle risorse alternative a queste modalità. Per la sfida tra Milan e Inter ci saranno solo 400 italiani. Sradicare un evento sportivo mi rattrista“.

Sul numero di italiani obbligatori nelle rose di Serie A, che potrebbero passare da 4 a 6: “È una cosa sui cui lavoriamo. Vogliamo farlo già dalla prossima stagione, ci confronteremo con la Lega di A su questo”.

Infine, sull’ipotesi seconde squadre: “Ne avremmo parlato anche nel consiglio federale di gennaio, ma per rispetto della Lega Pro aspetteremo le elezioni del 9 febbraio. Prima della decisione, che noi porteremo come ipotesi di delibera, ci saranno almeno 3 incontri per parlare del rinnovamento del calcio italiano”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

NOTIZIE MILAN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *