Giroud: “Voglio fare ancora di più, aspettavo questo gol per la semifinale”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Il guerriero del Milan, Olivier Giroud, si è raccontato fresco di rinnovo: la semifinale, i tifosi e la famosa maledizione della “9”. 

Giroud dopo il rinnovo fino al 2024 ha espresso le sue sensazioni a Milan Tv:

“E’ una conferma che faccio parte della famiglia del Milan. Ho ricevuto una bellissima accoglienza, e da quando ho parlato con la dirigenza mi è piaciuto tanto il progetto del grande Milan e sono fiero di tutto quello che ho fatto, ma voglio fare ancora di più”.

Sull’esperienza al Milan: “Profumo di seconda giovinezza. Sono motivato, determinato di aiutare la squadra per il grande Milan. Quando ero piccolo era LA squadra, sono qua per fare belle cose e voglio continuare così”.

Sulla semifinale: “Emozione particolare. Questa partita era determinante per la corsa Scudetto l’anno scorso, volevo fare il meglio per la squadra. Volevo giocare questa partita per andare in semifinale. Aspettavo questo gol dopo il rigore sbagliato e volevo fare tutto per fare gol perché ero un po’ deluso ma non ho mai mollato. Crederci fino alla fine, sempre: questi sono i miei valori”.

ULTIME NOTIZIE MILAN – IL GIORNALISTA NAPOLETANO: “IL MILAN è IN CONTATTO CON I VERTICI, MALDINI-BOBAN AMICIZIA CHE CONDIZIONA” 

Sulla maledizione del numero nove: “E’ solo un numero, mi piace. Sarà perché sapevo che potevo fare belle cose per la squadra. Spero di continuare così e che questo numero nove possa fare un po’ più gol”.

Sul diventare capocannoniere: “Diventare il capocannoniere del Milan a 36-37 anni non penso, ma è più importante essere nel momento più importante della stagione per aiutare la squadra a vincere”.

Sui tifosi: “Non sono una sorpresa, sapevo fosse un’atmosfera calda a San Siro, ma quando giochiamo fuori casa sono molto fiero di far parte della famiglia del Milan anche per loro, danno un sostegno fantastico. Hanno fatto una bella canzone per me e provo a fare di tutto per sentirla in tutte le partite”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate