Milan, Giroud vota i bomber: “Sesko più di Zirkzee! Due stelle a Leao”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Ai microfoni della Gazzetta dello Sport, Olivier Giroud ha votato i bomber: ecco i voti sugli obiettivi del Milan, Sesko e Zirkzee, e su Leao

Dopo una prima, grande metà di stagione (10 gol e 7 assist in Serie A), Olivier Giroud si è preso sulle spalle il Milan, squadra che da agosto a questa parte ha vissuto momenti altalenanti. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, il bomber francese (oltre ad aver parlato di Pioli, di Leao, di Ibrahimovic e del suo futuro) ha votato i migliori attaccanti sul panorama mondiale: da Haaland a Leao, passando per gli obiettivi di calciomercato del Milan, Sesko e Zirkzee, fino ad arrivare all’italiano Scamacca.

Sesko più di Zirkzee: un assist al Milan?

La rosea ha chiesto ad Olivier Giroud di “assegnare delle stelle Michelin“, come quelle dei ristoranti, ai giovani attaccanti più forti e più promettenti sul panorama mondiale: tra i valutati anche Zirkzee e Sesko, due dei quali si parla parecchio in orbita Milan. Le parole del francese:

MILAN, GIROUD DA RECORD: QUOTA 100 RAGGIUNTA CON L’UDINESE!

Ad Haaland do tre stelle: è devastante, troppo potente, è grosso ma ha potenza e velocità. A tre stelle come lui c’è Mbappé ovviamente. E Vinicius. Due stelle? Sono pochi i giocatori da due stelle. Ecco, Leao… sì, Rafa le merita. Sesko lo seguo da due-tre anni, è ancora giovane, può migliorare molto. Diciamo una stella e mezzo. Endrick ha giocato in Sudamerica, l’ho visto poco. Zirkzee è bravo ma non mettiamogli pressione: una stella comunque la merita. Gli italiani? Scamacca è bravo ma si deve confermare. Una stella la merita“.

E Giroud?

Anche se non ha dato una “stella” a sé stesso, Olivier Giroud ha parlato della sua stagione con il Milan, del suo futuro e della possibile convivenza nella prossima stagione con un giovane attaccante:

MILAN, GIROUD SI PRENDE LA PRIMA PAGINA DELLA GAZZETTA DELLO SPORT (26/01/2024)

Se in estate al Milan arrivasse un centravanti giovane? Non sarebbe affatto un problema, perché non ho paura della concorrenza. Per me è sempre stata uno stimolo per fare ancora di più, ne ho bisogno. Si può sempre migliorare, è una questione di volontà, e l’assist ha sempre fatto parte del mio calcio. Penso che il mio possa essere un buon esempio per i più giovani: non si smette mai di crescere. Specialmente se sei dove vorresti essere: io al Milan sto bene, ho ricevuto un’accoglienza da sogno, con Pioli e il suo staff c’è un grande rapporto“.

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate