“Il Milan non è scorretto! Meditate, gente…”: la critica di Ordine

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

“Il Milan non è la squadra più scorretta della Serie A”: Ordine alza la voce dopo la squalifica di Olivier Giroud

Proteste nei confronti degli Ufficiali di gara (Prima sanzione); per avere, al 48° del secondo tempo, dopo la notifica del provvedimento di ammonizione, rivolto espressioni ingiuriose al Direttore di gara“. Questo è il motivo per il quale Olivier Giroud, espulso dall’arbitro Abisso, è stato espulso nei minuti finali della sfida tra Lecce e Milan di sabato scorso, espulsione che ha portato ad una squalifica di due giornate. Dopo il provvedimento del Giudice Sportivo, sono arrivate le critiche sui social da parte dei tifosi rossoneri, che si appellano ad un episodio avvenuto con protagonista Nicolò Barella nella partita tra Inter e Fiorentina. Di Olivier Giroud e dei tantissimi cartellini gialli e rossi collezionati dal Milan nella prima parte di campionato ha parlato il giornalista Franco Ordine.

“ABISSO, DUE ERRORI GRAVISSIMI!”: MARELLI E LA MOVIOLA DI LECCE-MILAN

“Meditate, gente, meditate…”

In un editoriale sul portale DDD, Ordine ha espresso i suoi dubbi sulle sanzioni disciplinari ricevute non solo da Olivier Giroud, ma da parte di tutti i calciatori del Milan in questa prima parte di campionato di Serie A.

“Protesta troppo il Milan oppure ci sono altri team e in particolare altri calciatori che assediano l’arbitro o lo mandano a quel paese, in modo pubblico, senza ricevere lo stesso trattamento? Ecco: meditate gente, meditate. Con Giroud squalificato dopo Lecce per due turni (a proposito: i social, la più grande rete fognaria secondo perfetta definizione di Giampiero Mughini, avevano già invocato gli arresti domiciliari, 4 o più turni addirittura) il totale diventa di 37 cartellini in 12 giornate di campionato: 32 gialli (perché il francese è stato prima ammonito) e 5 rossi. Intendiamoci: tutto giusto per il francese tradito da un eccesso di tensione: salterà Fiorentina e Frosinone. Ma il punto resta quello della cifra disciplinare complessiva raggiunta in un terzo del campionato. Siamo proprio sicuri che il Milan sia la squadra più fisica e scorretta della Serie A? La risposta è ovviamente no. Allora forse è la squadra che protesta maggiormente? Beh qui la risposta è diversa perché in effetti, specie nelle prime giornate (leggi Theo Hernandez) un surplus di proteste c’è stato. Anche in questo caso l’intervento a correzione di Pioli e del club non doveva mancare”.

TREVISANI: “GIROUD, REAZIONE CAPIBILE! QUANDO L’ARBITRO DIVENTA PRESUNTUOSO…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate