Furlani: “Così vedo il futuro del Milan! Sono felice, Pioli anche e i giocatori…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Come sta il Milan? L’AD Giorgio Furlani ha risposto a tante questioni sulla nuova gestione del club

Dopo essere stato ospite di ESPN USA per parlare (con un inglese perfetto) dei motivi che hanno portato Pulisic in rossonero, l’AD del Milan Giorgio Furlani è stato intervistato (e ha risposto con uno spagnolo altrettanto perfetto) da Ahora o Nunca, celebre trasmissione sportiva del canale ESPN Deportes, nato negli Stati Uniti per la comunità ispanica.

Passato, presente, futuro

La prima parte dell’intervista all’AD del Milan Giorgio Furlani è dedicata al club rossonero, dallo stato di salute agli obiettivi futuri passando per step fondamentali come lo stadio e i risultati sportivi.

Giorgio Furlani sulla situazione del Milan dopo la rivoluzione tra campo e società

“Direi che la situazione è molto buona. Il Milan veniva da anni di crisi, abbiamo passato 7 anni senza stare in Champions League e ora sono tre anni che ci andiamo, l’anno scorso con la semifinale e due anni fa con lo scudetto. Abbiamo investito molto nei giocatori, negli acquisti per cercare di avere una stagione migliore quest’anno. Quindi direi che stiamo andando molto bene, io sono molto felice così come l’allenatore è felice dei giocatori che ha a disposizione… penso che faremo una buonissima stagione. Da tifoso io sono molto felice e spero che anche i tifosi saranno felici come lo sono io”.

Giorgio Furlani, CEO e tifoso del Milan allo stesso tempo

“È facile fare questo lavoro con questa passione. È facile anche prendere decisioni razionali perché, negli anni, ho visto da tifoso cosa succede se le cose vanno male. Quindi, io ho una grande responsabilità in questa posizione e… cerchiamo di farlo bene”.

Sul futuro del Milan, a breve e a lungo termine

“Quando sono entrato nel Milan il club era in crisi. Abbiamo un piano, un percorso e una direzione che credo siano molto buoni. Vogliamo essere competitivi in Italia e in Europa come l’anno scorso e vogliamo continuare così. Abbiamo vari progetti di miglioramento e il principale è quello del nuovo stadio. Si è parlato per molti anni del nuovo stadio del Milan, ma io spero che un giorno sia pronto e spero di tornare qui a presto per dirvi che abbiamo lo stadio nuovo del Milan”.

Sullo stadio: di proprietà o condiviso con l’Inter?

“Milan e Inter hanno lo stadio insieme ed è una eccezione nel mondo per rivali cittadine cosi grande. Il nostro piano è di avere un nostro stadio che equipari il nostro club al resto d’Europa e del mondo”.

MLS, Saudi Pro League e mercato statunitense

Nella seconda parte dell’intervista, l’AD del Milan Giorgio Furlani ha risposto alle domande riguardo all’importanza del mercato statunitense per il club e alla potenza economica sempre più forte e convincente dei club di MLS e di Saudi Pro League.

Giorgio Furlani sui nuovi player del calcio mondiale: la MLS (con Lionel Messi) e l’Arabia Saudita (con Cristiano Ronaldo)

“Questo tipo di campionati sono un nuovo contenuto per i tifosi. Ci sono fondi che investono nello sport e questo non può essere una cosa negativa per noi, perché investire nell’industria aiuta l’industria dello sport a crescere. Ci sono nuove idee che ci aiutano a capire come fare le cose in modo diverso. Io non ci vedo nulla di negativo”.

Giorgio Furlani sull’importanza del Milan negli Stati Uniti d’America

“Molto importante. Per noi gli Stati Uniti d’America sono molto importanti, abbiamo 16 fan club in Nord America (Canada, USA, Mexico), di cui 13 sono negli usa e due in California. Noi vogliamo crescere qui, il mercato dello sport negli Stati Uniti d’America è il più forte al mondo e il calcio in particolare sta crescendo in maniera esponenziale. Noi siamo club italiano con una proprietà americana, Red Bird Capital Partners di Gerry Cardinale, e loro sono da tempo in questo mondo in cui si incontrano sport, media, intrattenimento e cultura. Ci aiutano molto nello sviluppo in generale e, in particolare, con la nostra fan base negli Stati Uniti d’America . La loro competenza e esperienza sono decisive nella crescita del Club a livello globale. È importante, da questo punto di vista, ciò che si sta facendo negli Stati Uniti d’America per i Mondiali 2026. Avremo mai un giocatore messicano? Ora abbiamo un giocatore americano, Christian Pulisic, Luka Romero ha origini messicane, Fikayo Tomori ha origini canadesi”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

giorgio furlani milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate