Gilardino: “Profili futuribili, ma pronti: ecco la politica del Milan”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Gilardino parla del Milan e della politica della società su questo mercato estivo

Anche Alberto Gilardino approva le scelte del Milan sul calciomercato, ma analizza la politica rossonera passando attraverso una chiave di lettura interessante. Intervenuto a Sky Sport 24, l’attuale allenatore del Genoa sta preparando la sua prima stagione su una panchina di Serie A. Proprio per questo, dopo il ritiro di Moena commenta diverse situazioni per la prossima annata 2023/2024, che si attende difficile come per ogni neo-promossa.

Il suo mercato e l’estero

Parte dalla notizia della serata di ieri, l’esclusione di Mbappé dalla tournée del PSG:

“Luis Enrique potrebbe perdere anche lui dopo Messi? Credo che questi grandi giocatori abbiano un grande ego e soprattutto una grande ambizione di vincere. Vogliono cambiare perché vogliono nuove esperienze e nuove squadre che possono far vincere loro qualcosa di importante a livello di squadra e personale. Vogliono cambiare per vincere”.

In questo senso, è facile gestire un giocatore che sa già che vuole cambiare la prossima stagione?

“Bisogna avere grandissima intelligenza. Il confronto è fondamentale, dire le cose in modo coerente, dire la verità, ascoltare, parlare… Queste cose per un percorso con un giocatore di quel tipo sono fondamentali”.

La politica del Milan

Poi, Gilardino, che al Milan è stato da calciatore dal 2005 al 2008, commenta le scelte del club di investire sul mercato su giocatori giovani (ma non troppo):

“Credo che in questo momento la politica del Milan sia anche con uno sguardo rivolto al futuro e quindi comprare dei giocatori proiettandosi sul futuro immediato. Parliamo di giocatori che hanno già giocato a livello europeo, partecipando già alle competizioni UEFA, e con caratteristiche e qualità importanti. Che sono comunque volte a svilupparsi all’interno di una squadra, quella di mister Stefano Pioli, che è già ben rodata. Quindi, credo che sia un pochettino questa la politica del Milan in questo momento”.

Il primo appuntamento contro il suo passato rossonero, l’attende nel weekend del 7-8 ottobre 2023, quando il Milan farà visita al Genoa di Gilardino a Marassi. Il ritorno, invece, sarà molto più in là. A San Siro il Grifone sarà ospite nel primo weekend di maggio 2024.

Infine, su Retegui (prossimo acquisto rossoblù):

“Non c’è ancora l’ufficialità, sappiamo che è una trattativa aperta, lo stiamo seguendo, ha caratteristiche importanti, ha fatto molto bene anche con l’Italia. Ha caratteristiche d’area di rigore, ha margini di miglioramento importanti. Stiamo per finire il ritiro, abbiamo fatto un percorso importante qua a Moena con chi ha vinto il campionato di B (in realtà è arrivato un secondo posto, ndr), ci apprestiamo a ritornare a giocare”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

gilardino milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate