Il quadro delle panchine, Longari: “In Italia introducono Milan e Juventus”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Longari ha disegnato il quadro delle panchine dei top club europei e italiani destinato allo stravolgimento

Gianluigi Longari ha scritto su Sportitalia.it del quadro delle panchine d’Europa destinato ad essere stravolto in vista della prossima stagione, la situazione in Italia potrebbe essere introdotta a cascata da Milan e Juventus. Il giornalista ha analizzato i vari cambi previsti sulle panchine più ambite d’Europa. Inoltre, ha fatto il focus sui nomi in ballo tra giovani emergenti e big in cerca di nuove gioie.

Due emergenti per i top club europei

Gianluigi Longari nel suo editoriale di oggi su Sportitalia.it ha preso in analisi la situazione relativa al panorama europeo delle panchine. Tanti top club sono destinati a cambiare guida tecnica e il valzer è pronto ad aprirsi. Alcuni dei club citati dal giornalista sono: Manchester United e Liverpool in Premier League, Barcellona in Liga, Bayern Monaco, Borussia Dortmund e Bayer Leverkusen in Bundesliga. I profili citati per andare ad occupare alcune di queste caselle sono quelle degli emergenti Xabi Alonso e Amorim e dell’affermato Luis Enrique.

Longari, in Italia tutto parte da Milan e Juventus

In Italia, secondo Longari si apriranno le danze con le mosse di due delle big: il Milan e la Juventus. Questo il pensiero del giornalista su Sportitalia.it: “I discorsi di casa nostra, che verranno inevitabilmente introdotti da Milan e Juventus”. Per Longari poi anche in Italia ci sono allenatori che vorranno fare un percorso di crescita professionale andando in lidi migliori, così ha continuato la riflessione: “Andranno poi a cascata su numerose altre società e tecnici che potrebbero decidere di cambiare aria nella speranza di occupare una panchina di una squadra più ambiziosa”. I riferimenti possono condurre a Thiago Motta, Alberto Gilardino e Raffaele Palladino tra gli altri, che vorrebbero scalare la graduatoria rispettivamente da Bologna, Genoa e Monza verso le top del Campionato.

Ultime news

Notizie correlate