Milan, Di Marzio su Zirkzee: “Non è facile, la partita si gioca lì, due soluzioni alternative”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Il giornalista ha evidenziato gli ostacoli persistenti dell’operazione Zirkzee per il Milan: ci sono alternative

Gianluca Di Marzio nel corso di Calciomercato L’Originale su Sky Sport ha aggiornato sulla trattativa del Milan per l’oggetto del desiderio della finestra estiva di calciomercato, Joshua Zirkzee. Il giornalista ha confermato l’interesse della società rossonera di arrivare all’attaccante del Bologna con la volontà anche dell’olandese di rimanere in Serie A. Di Marzio ha sottolineato i due ostacoli nell’affare per il classe 2001 e per questo motivo il diavolo sta lavorando ancora su due alternative.

Milan e Zirkzee, le volontà coincidono

Gianluca Di Marzio ha confermato le volontà coincidenti del Milan e di Zirkzee: “Il Milan vuole fortissimamente Zirkzee, il pressing è asfissiante nei confronti del giocatore che in realtà ha già dato la sua disponibilità perché la priorità di Zirkzee è quella di rimanere in Italia e giocare in Serie A. C’è una clausola di 40 milioni che il giocatore stesso eserciterà nel momento in cui avrà raggiunto un accordo con il suo futuro club e il suo entourage sta aspettando quella che sarà la mossa da parte di Zirkzee”.

Due ostacoli nella trattativa

Allo stesso tempo, il giornalista a Calciomercato – L’Originale ha allontanato la fumata bianca evidenziando la distanza sull’ingaggio e le commissioni: “Manca l’accordo sull’ingaggio, ma soprattutto l’ostacolo sulle commissioni molto alte. Risultano essere intorno ai 15 milioni di euro. Loro sostengono di aver inserito la clausola a un valore più basso rispetto al valore attuale del giocatore. Il Milan non vuole arrivare a 15 milioni di commissioni. Il Milan non vuole pagare quella cifra e la vorrebbe molto più ridotta. La partita si gioca tutta lì. Non è una partita facile, perché sono cifre molto alte”.

Contatti per le soluzioni alternative

Di Marzio ha svelato che il club di via Aldo Rossi sta continuando a lavorare sull’eventuali alternative: “Il Milan non ha abbandonato soluzioni alternative. Anche oggi ha tenuto i contatti per Dovbyk del Girona e per Broja del Chelsea proprio perché c’è prudenza non essendo sicuri di poter centrare l’obiettivo Zirkzee”.

 

Ultime news

Notizie correlate