Cardinale: “Al Milan a lungo, contento di Pioli, San Siro non credo”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Gerry Cardinale ha rassicurato i tifosi nel suo impegno per il Milan, ha mostrato soddisfazione per i risultati attuali e per i progressi sullo stadio

Gerry Cardinale è stato intervistato da Il Corriere della Sera dopo la sua presenza allo stadio per Milan-Rennes in Europa League e prima della sua ripartenza da Milano. Il fondatore di RedBird Capital Partners con cui detiene la proprietà del club rossonero ha parlato della sua volontà di rimanere proprietario a lungo termine, della sua passata frustrazione per i risultati, ma della felicità del momento attuale della squadra allenata da Stefano Pioli e della questione nuovo stadio. Qui un estratto delle dichiarazioni di Cardinale. 

MILAN, QUELLO DI CONTE È UN MESSAGGIO A CARDINALE? L’IPOTESI DEL QUOTIDIANO

Cardinale, impegno a lungo termine con il Milan

Gerry Cardinale intercettato da Il Corriere della Sera nel suo breve salto a Milano per seguire il suo Milan impegnato con il Rennes in Europa League ha affrontato tutti i temi di campo e societari più dibattuti del momento. Il primo argomento è quello legato alle voci ricorrenti di una cessione del Milan da parte di RedBird visti i tanti viaggi dello stesso Cardinale a Dubai. Il fondatore di RedBird ha così fatto chiarezza davanti ai tifosi: “Voglio essere categorico: è completamente falso. Sono qui per starci a lungo, ho un lavoro da fare. Mi sono impegnato a riportare il Milan in vetta alla serie A e all’Europa e non mi fermerò prima di aver raggiunto questi risultati. E quando li avremo raggiunti, vorrò raggiungerli ancora”.

MILAN-RENNES, CARDINALE C’È ! ECCO PERCHÉ LA SUA PRESENZA È SIGNIFICATIVA

Fiducia a Pioli

Cardinale ha ammesso il suo malcontento quando i risultati, come l’uscita dalla Champions, non sono stati buoni, ma ha allontanato tutte le voci di esonero per l’allenatore Stefano Pioli. Ecco la fiducia espressa dal proprietario del Milan verso il tecnico: “Non essere contento in un certa fase non si traduce necessariamente nel licenziare l’allenatore. Credo che Pioli stia facendo un buon lavoro in una situazione non facile, con una squadra molto rinnovata, non cedo alla tentazione di “licenziare” qualcuno tanto per cambiare qualcosa”. Successivamente, l’americano ha espresso il suo obiettivo molto ambizioso: “Sarò contento quando vinceremo la Champions. Ma io dico: il campionato è ancora lungo, può succedere di tutto, stiamo a vedere”.

PIOLI MILAN, LONGARI: “FUTURO? NO, CI SI GODE IL MOMENTO CON UN ‘MA’”

Cardinale sul tema stadio

Infine, Gerry Cardinale ha aggiornato su una questione molto cara a RedBird Capital Partners, ovvero la questione nuovo stadio di proprietà per il Milan. Su questa tematica c’è la soddisfazione della proprietà per i progressi su San Donato e la porta quasi del tutto chiusa all’ipotesi ristrutturazione di San Siro, così al CorSera: “Sono molto soddisfatto dei progressi che stiamo facendo, decisamente tanti in 18 mesi, per arrivare a costruire il primo nuovo stadio in Italia dal 2011, con 70.000 posti. Sull’ipotesi nuovo San Siro non ci credo a questo punto, ma ogni opzione merita attenzione”.

STADIO MILAN, SALA: “A SAN SIRO ALMENO FINO AL 2030! ECCO LA MIA PROPOSTA”

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

 

Ultime news

Notizie correlate