Milan, Agresti: “Tempo scaduto (o quasi), Cardinale può agevolare il lavoro di tutti”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Il giornalista evidenzia poca chiarezza nella scelta dell’allenatore del Milan e chiede rapidità a Cardinale

Stefano Agresti nel commento alla domenica di Serie A ha cerchiato di rosso il difficile tardo pomeriggio del Milan con il Genoa, il cui andamento del match è l’espressione della stagione che sta per concludersi, ma a prendersi la scena è stata la Curva Sud con le richieste chiare alla società e a Gerry Cardinale. Il giornalista ha centrato la sua riflessione sulla poca chiarezza nella scelta dell’allenatore che ha alimentato la protesta della tifoseria.

Situazione incrociata tra allenatore e delusione

Stefano Agresti nel suo articolo sulla rosea si è concentrato sulla situazione incrociata tra la scelta dell’allenatore e la delusione dei tifosi del Milan espressa nel suo silenzio “rumoroso” nella sfida con il Genoa. La società aveva scelto: “Lopetegui, ma l’opposizione l’ha convinta a rinunciare e ora si stanno valutando: altri nomi, tanti, forse troppi, sicuramente diversi tra loro”. Agresti ha provato a decifrare le motivazioni dell’attesa e non sono certo positive, infatti è sintomo di poca chiarezza nelle idee. Così il giornalista ha commentato le mosse della società: “Si vuole prendere tutto il tempo necessario, perché non ci si può permettere di sbagliare la scelta. Il tempo è scaduto, o quasi”.

Cardinale può aiutare tutti nel Milan

Nella seconda parte dell’analisi sulla scelta dell’allenatore da parte del Milan, il focus è andato su Gerry Cardinale che sarà l’ultimo a dover dare il via libera al profilo indicato dallo Stato Maggiore di via Aldo Rossi. Agresti intima Cardinale alla rapidità della decisione: “Se individuasse in tempi ragionevoli il nuovo allenatore agevolerebbe il lavoro anche di chi deve costruire la squadra sul mercato”. Il riferimento è a quanto il tecnico debba influire sull’individuazione dei giocatori da acquistare. L’ultimo cerchietto rosso, Agresti lo ha fatto su Leao per il quale non è mancata la contestazione definita “inquietante”. Una protesta legittima a uno dei leader della squadra dal quale i tifosi si attendono prestazioni migliori di quella espressa ieri a San Siro.

Ultime news

Notizie correlate